SUPPORTO IT – Sette funzionalità che il software di assistenza remota dovrebbe avere

Il software di supporto remoto è uno strumento chiave per qualsiasi buon provider di servizi gestiti (MSP), che consente ai tecnici di risolvere problemi tecnici e risolvere i problemi per i clienti a distanza. In molti modi, il software di supporto remoto (o software di assistenza remota) sta diventando ancora più critico poiché il lavoro a distanza diventa la norma a causa delle distanze sociali e di altri mandati COVID-19, rendendo più difficili le visite di supporto fisico.

Se il tuo MSP è attualmente alla ricerca di un software di assistenza remota , è importante che tu abbia una comprensione di quali funzioni di assistenza remota dovrebbero avere la priorità quando prendi la decisione finale. Per aiutarti a restringere le scelte nella tua ricerca, questa guida fornirà un elenco di quelle che consideriamo le funzionalità software di assistenza remota più importanti e critiche per gli MSP.

Sette funzionalità che il tuo software di assistenza remota dovrebbe avere

Per supportare efficacemente i tuoi clienti da remoto e fornire assistenza remota di livello aziendale, il software di supporto remoto per le aziende che scegli dovrebbe includere diverse funzionalità di base. Questi includono:

1. ACCESSO NON PRESIDIATO

In qualità di tecnico che fornisce assistenza remota, sarà spesso necessario stabilire una connessione con il computer di un cliente quando nessuno è fisicamente vicino al computer a cui si desidera connettersi. Ciò è utile anche se si supportano regolarmente clienti specifici, poiché consente di stabilire connessioni senza la necessità dell’intervento del client. A differenza dell’accesso assistito, in cui un tecnico si connette a un dispositivo dell’utente finale con l’utente presente per concedere l’accesso, questa forma di supporto è chiamata accesso non presidiato.

Senza l’accesso non presidiato, i tuoi tecnici avranno bisogno della presenza del cliente per eseguire anche le attività più ordinarie, come gli aggiornamenti software e la gestione dell’infrastruttura IT. Questo è scomodo sia per i tuoi tecnici che per i tuoi clienti. Con gli strumenti di assistenza remota che supportano l’accesso non presidiato, non dovrai disturbare il cliente o richiedere il controllo per stabilire una connessione. Invece, l’accesso non presidiato ti consente di connetterti al computer di un cliente con un solo clic, di solito in pochi secondi. In tal modo, i tecnici possono eseguire la manutenzione quando i clienti sono lontani dai loro computer per ridurre al minimo i tempi di inattività e fornire supporto dietro le quinte.

Per utilizzare l’accesso remoto non presidiato , è necessario installare il software di assistenza remota su tutti i computer e dispositivi che probabilmente avranno bisogno di supporto. Dopo aver installato l’agente remoto, sarai in grado di connetterti a questi computer da remoto, senza dover richiedere l’accesso ogni volta.

2. CHAT DAL VIVO INTEGRATA

I clienti moderni si sono abituati alla comunicazione istantanea, con piattaforme di messaggistica istantanea e funzionalità di chat dal vivo che consentono loro di accedere all’assistenza in pochi secondi. Pertanto, i clienti si aspettano la stessa disponibilità di supporto e comunicazione da parte degli MSP e il supporto remoto non fa eccezione.

Gli strumenti di assistenza remota dovrebbero includere funzionalità di chat dal vivo, che consente a tecnici e clienti di scambiarsi messaggi istantanei senza dover inviare e-mail o sollevare il telefono. Ciò può aiutare i tuoi tecnici a risolvere più rapidamente un problema e farà molto per garantire che i tuoi clienti siano soddisfatti del tuo servizio.

3. SUPPORTO PER MONITOR AD ALTA RISOLUZIONE E CONFIGURAZIONI MULTI-MONITOR

Molti strumenti di assistenza remota non sono progettati per supportare monitor ad alta risoluzione o situazioni che coinvolgono più monitor. Tuttavia, se desideri offrire ai clienti un’esperienza di assistenza remota versatile e di livello aziendale, è importante che i tuoi strumenti di assistenza remota possano gestire i moderni ambienti aziendali. Ciò dovrebbe includere la capacità di supportare monitor ad alta risoluzione, ambienti multi-monitor e schermi mobili di piccolo formato, tutti elementi particolarmente comuni nelle grandi aziende.

Se il tuo software di assistenza remota non è in grado di supportare istanze ad alta risoluzione e multi-monitor, i tuoi tecnici non saranno in grado di ottenere la massima produttività. Il software di supporto remoto che non fornisce piena chiarezza e visibilità sui dispositivi dei tuoi clienti rende la vita dei tuoi tecnici più difficile. Con questo in mente, ti consigliamo di scegliere un software di assistenza remota che supporti tutto, dai monitor moderni (4K +) agli schermi mobili.

4. REGISTRAZIONE DELLA SESSIONE

Quando si sceglie il software di assistenza remota, la registrazione della sessione completa e le capacità di ricerca dovrebbero essere una priorità. Queste funzionalità aiutano a garantire che tutte le attività della sessione remota siano archiviate e facilmente accessibili, consentendo di utilizzarle per scopi di analisi storica e di qualità. Non solo puoi quindi accedere a queste registrazioni per eventuali controlli, ma puoi anche fare riferimento ad esse per assicurarti di migliorare continuamente i tuoi servizi e soddisfare i tuoi clienti.

Essere in grado di registrare e memorizzare le tue sessioni può anche supportare iniziative di formazione e può aiutarti a inserire nuovi tecnici in modo rapido e semplice. Consentendoti di fornire ai nuovi tecnici esempi pratici di come una sessione dovrebbe (o non dovrebbe!) Essere condotta, ottieni una risorsa preziosa che i tecnici possono utilizzare per autoapprendimento man mano che progrediscono nella loro carriera.

5. BRANDING E PERSONALIZZAZIONE

Con la criminalità informatica che evolve ogni anno mentre gli aggressori lavorano per violare le misure di sicurezza degli MSP, i tuoi clienti devono essere in grado di distinguere tra servizi di supporto remoto autentici forniti dal tuo MSP e malintenzionati che cercano di compromettere e sfruttare i loro dati. Un software di assistenza remota che fornisce funzionalità di branding e personalizzazione può essere utile a questo proposito, rendendo più facile per i tuoi clienti riconoscere la tua piattaforma autentica. Le funzionalità di branding aiutano anche a mantenere la tua attività MSP in prima linea nelle menti dei tuoi clienti quando ricevono supporto, rafforzando il valore che fornisci.

6. SICUREZZA DI LIVELLO AZIENDALE

Senza le funzionalità di sicurezza appropriate, le attività di assistenza remota possono fornire ai criminali informatici un gateway per accedere ai dati sensibili dei clienti. Pertanto, è estremamente importante che il software di assistenza remota scelto offra potenti funzionalità di sicurezza integrate. Le seguenti funzionalità di sicurezza possono servire come utile punto di partenza in cosa cercare:

  • Protocolli di crittografia avanzati come AES 256
  • Supporto per l’autenticazione a più fattori
  • Supporto per autorizzazioni multilivello
  • Funzionalità di eliminazione degli appunti
  • Creazione di sessioni protette che richiedono le autorizzazioni appropriate per avviare le sessioni

Queste e altre funzionalità di sicurezza possono aiutare a garantire la sicurezza dei sistemi e dei dati dei clienti, anche durante le sessioni di assistenza remota.

7. SUPPORTO MULTIPIATTAFORMA

Gli MSP spesso supportano una base di clienti diversificata. Per questo motivo, l’utilizzo di software di assistenza remota con funzionalità di supporto multipiattaforma è fondamentale. Come minimo, il tuo software dovrebbe essere in grado di supportare i dispositivi Windows, Linux e Mac. Idealmente, il tuo software di assistenza remota dovrebbe supportare anche i dispositivi mobili Android e iOS e un bonus se il tuo software di assistenza remota ha un’applicazione mobile nativa in modo da poter accedere alle funzioni di supporto anche tramite un dispositivo iOS o Android.

Non tutti gli strumenti di assistenza remota sono uguali

Come dimostrato da questa guida, alcuni strumenti di assistenza remota saranno più adatti agli MSP rispetto ad altri. Sta a te cercare le opzioni sul mercato per trovare il software che soddisfa le tue esigenze.

SolarWinds ® Take Control è stato creato per i fornitori di servizi IT ed è stato progettato per aiutarli a supportare i clienti con un supporto remoto rapido e intuitivo. Questo strumento ti consente di accedere a diagnostica e supporto approfonditi da un unico dashboard, centralizzando il tuo approccio all’assistenza remota e aumentando la produttività dei tecniciTake Control è intuitivo , scalabile, conveniente e include tutte le funzionalità chiave elencate in questa guida. Per saperne di più, registrati per una demo gratuita oppure contattaci per saperne di più: commerciale@n4b.it

FONTE: SolarWinds MSP BLOG

TRADUZIONE ED ADATTAMENTO: N4B SRL Distributore Autorizzato SolarWinds MSP

 

 

Read More

SUPPORTO IT – Procedure Operative Standard (SOP): un modo cruciale per garantire un servizio efficiente e coerente

In qualità di fornitore IT, operi nel settore dei servizi. Spesso, non è solo quello che fai, ma anche il modo in cui fai qualcosa che conta di più per i tuoi clienti. Quando inizi la tua attività, non hai bisogno di molta documentazione perché è probabile che sarai l’unica persona a fornire il servizio. Ma se inizi a crescere e ad avere più dipendenti, vorrai che molto di ciò che fai sia documentato ed è utile farlo prima  di coinvolgere qualcuno.

Questo blog esaminerà il ruolo che le procedure operative standard (SOP) svolgono in un’azienda di servizi IT di successo, dai vantaggi che apportano ai tipi di attività per cui gli MSP dovrebbero cercare di creare SOP.

Perché le SOP sono importanti?

Prima di andare troppo lontano, dovremmo almeno definire cosa intendiamo per procedure operative standard. Per le SOP, non stiamo parlando di nulla in veste di conformità ufficiale. Per il momento, le SOP che si riferiscono specificamente alla conformità non rientrano nell’ambito di questo articolo. Invece, le SOP di cui stiamo trattando sono una serie di istruzioni scritte volte a fornire ai tecnici un playbook uniforme per svolgere le attività. Alcune SOP si suddividono in un livello di attività granulare, mentre altre rimangono di alto livello a livello di policy o procedurale. Ne parleremo ancora un po ‘tra un minuto.

Primo, perché dovresti affrontare il problema di sviluppare SOP?

Se tu o il tuo team siete impegnati, probabilmente non vorrete sedervi e documentare i processi. Ma qui ci sono alcuni motivi per farlo:

  • Servizio coerente:  quando si guardano le grandi società come McDonalds o Pepsi, i clienti si fidano di questi marchi perché il loro cibo rimane coerente nella maggior parte dei luoghi (con alcune differenze regionali). Questa coerenza consente ai clienti di fidarsi dei propri prodotti. Le SOP ti consentono di offrire un certo livello di coerenza ai tuoi clienti, consentendo loro di sapere e di avere fiducia che quando un tecnico tenta di risolvere un problema, lo farà in modo simile e professionale a chiunque altro nella tua azienda. Questo aiuta anche con il controllo di qualità. Puoi aspettarti che i dipendenti offrano un servizio efficace seguendo le regole e puoi indicare dove deviano se devi istruire un dipendente dopo un’interazione con il cliente.
  • Tempi di risoluzione più rapidi: le SOP fanno due cose per accelerare il servizio. Innanzitutto, se un dipendente desidera eseguire un’attività che non è familiare, può cercare la SOP per l’attività e portarla a termine senza reinventare la ruota. In secondo luogo, i dipendenti non saranno colti di sorpresa quando lavorano in un nuovo ambiente perché le cose rimangono coerenti. Ad esempio, se un dipendente è in vacanza e qualcuno ha bisogno di riparare un account, sapere che la rete e i suoi dispositivi sono configurati in modo coerente significa ovviamente che l’altro tecnico può risolvere di più e risolvere il problema più velocemente.
  • Continuità del servizio: applicando le SOP, limiti alcuni dei rischi aziendali nel caso in cui un dipendente lasci o debba prendersi una vacanza prolungata. Le SOP ti consentono di assumere nuovi dipendenti molto più velocemente fornendo loro istruzioni chiare sull’esecuzione delle attività.

Cosa dovresti documentare?

Naturalmente, la domanda successiva dovrebbe essere: “Cosa dovresti documentare?” Questo è un po ‘un giudizio. Alcune persone pensano che dovresti documentare quasi tutto. E idealmente, sarebbe fantastico se potessimo avere un playbook per quasi ogni singolo problema che potrebbe sorgere.

Tuttavia, questo probabilmente non è veramente pratico. Quindi, sebbene le SOP che scegli di documentare dipenderanno da te, ti consigliamo di impostare alcune voci di priorità. Alcune opzioni includono:

  • Processi comuni e ripetibili: tutto ciò che dovrai fare su base semi-regolare dovrebbe essere documentato in una SOP. Ad esempio, potresti voler avere una lista di controllo delle attività da svolgere durante l’onboarding di un nuovo cliente. E per le tecnologie comuni, potresti voler impostare SOP su come configurare correttamente le tecnologie in modo che siano assemblate in modo coerente (e sicuro). Ad un certo punto, potresti essere in grado di automatizzare parti di questo lavoro, ma se non sei pronto, le SOP sono la soluzione migliore.
  • Eventi urgenti: oltre a ciò, è molto importante documentare un playbook per tutti gli eventi ad alta priorità. Per i principianti, consigliamo vivamente di sviluppare SOP come parte di un piano di continuità aziendale globale in caso di tempi di inattività del sistema. Ciò è particolarmente importante per gli MSP, poiché molti devono mantenere più sistemi di backup. L’ultima cosa che vuoi è qualcuno che vada a ripristinare un cliente solo per dimenticare o confondere i passaggi di ripristino per uno dei tre fornitori di backup supportati. Inoltre, se possibile, vale la pena avere SOP sugli incidenti di sicurezza. Quando si verifica un incidente di sicurezza, il tuo team dovrebbe sapere quali sono i loro ruoli e chi si occuperà di cosa. Un piano completo di risposta agli incidenti va oltre lo scopo di questo post, ma cerca di assegnare almeno ruoli e attività in caso di attacchi comuni come ransomware o attacchi DDoS. In entrambi i casi qui,
  • Politiche interne dell’azienda: infine, documentare tutte le politiche interne. Per i principianti, avere un modo chiaro e coerente di gestire i ticket, compresa la guida ai tecnici su come documentare al meglio i ticket quando sono finiti. Alcune persone documenteranno in eccesso e alcune offriranno note concise che sono difficili da seguire; cerca di ottenere un po ‘di coerenza qui per rendere più facile la vita di tutti. Inoltre, assicurati di definire chiaramente le regole relative al monitoraggio del tempo, alle politiche di escalation dei ticket e a qualsiasi altra cosa che possa aiutare il tuo helpdesk a funzionare più agevolmente. Inoltre, disponi di SOP per quando i dipendenti lasciano, come una lista di controllo che include il recupero delle attrezzature aziendali, il ritiro di badge o chiavi dell’ufficio, l’attivazione dell’inoltro di posta elettronica al manager del dipendente e la chiusura degli account dei dipendenti critici.

Non devi documentare tutto in una volta. Puoi sempre documentare mentre procedi se non hai molto con cui iniziare. Qualcosa è meglio di niente. Ti consigliamo inoltre di aggiornare man mano che procedi, se possibile, per risparmiare tempo a lungo termine man mano che le cose diventano obsolete. Una volta creato il primo set di SOP, ti consigliamo di rivederli regolarmente per decidere se è necessario aggiungere, modificare o rimuovere eventuali SOP.

I vantaggi delle SOP

Alla fine della giornata, i tuoi clienti si aspettano un certo livello di servizio clienti. Man mano che il tuo team cresce, è importante mettere tutti sulla stessa pagina su come svolgere le attività in modo che i clienti ricevano un’esperienza coerente e di alta qualità dal tuo team. Inoltre, le SOP possono aiutare a mettere ordine nella tua attività e aumentare l’efficienza interna per il tuo MSP. Quindi non trascurare le tue SOP: sono assolutamente parte integrante di qualsiasi attività IT ben gestita.

Una volta che hai deciso di documentare le tue SOP, è utile avere un posto di facile accesso per memorizzarleSolarWinds ® Passportal + Documentation Manager consente ai dipendenti di accedere a documentazione importante dallo stesso luogo in cui gestiscono le password e l’accesso agli account. In altre parole, hanno la maggior parte della conoscenza del cliente di cui hanno bisogno a portata di mano. Registrati per un DEMO della soluzione oppure contattaci per saperne di più: commerciale@n4b.it

FONTE: SolarWinds MSP BLOG

TRADUZIONE ED ADATTAMENTO: N4B SRL Distributore Autorizzato SolarWinds MSP

Read More

MSP BUSINESS – Sei suggerimenti che renderanno più semplice la gestione della tua azienda MSP

Il fascino di lavorare con un provider di servizi gestiti (MSP) è che le aziende possono esternalizzare la gestione della rete, le infrastrutture e le esigenze di sicurezza a un partner esperto e confidare che le loro esigenze saranno soddisfatte. Ciò significa che per mantenere i clienti soddisfatti, gli stessi MSP devono destreggiarsi con successo con un numero sempre crescente di responsabilità. Gestire un’attività MSP è veloce e può essere difficile a volte, ma non deve essere complicato.

Ecco sei suggerimenti che renderanno la gestione della tua azienda MSP molto più efficiente in modo da poter servire i tuoi clienti con facilità.

1.Assicurati di poter gestire il monitoraggio remoto

La maggior parte delle aziende è passata completamente al lavoro remoto a causa della pandemia di coronavirus e molti MSP stessi lavorano anche da casa. Ciò significa un forte aumento dei biglietti tecnici poiché i dipendenti continuano ad adattarsi alle loro configurazioni domestiche e una mancanza di visite di assistenza in loco da parte dei loro MSP.

Pertanto, se non lo hai già fatto, investire nel software di monitoraggio e gestione remoto  il prima possibile è essenziale. Cerca una soluzione che offra:

  • accesso non presidiato,
  • supporto per workstation multi-monitor e
  • supporto multipiattaforma.

Queste funzionalità ti consentiranno di risolvere facilmente i problemi dei tuoi clienti, indipendentemente da dove si trovino.

2. Prendi seriamente la documentazione

Una corretta documentazione MSP è difficile da applicare perché i dipendenti spesso non comprendono appieno i vantaggi e l’importanza di queste pratiche. Sebbene la documentazione possa non sembrare fornire vantaggi immediati ai tecnici, si tratta di processi chiave che aiutano a creare una solida base per la futura attività MSP.

Le best practice per la documentazione MSP forniscono un hub centralizzato in cui tutti i tecnici possono accedere alle informazioni di cui hanno bisogno, migliorare la sicurezza, aumentare l’agilità e altro ancora. Per rendere le operazioni un po ‘più fluide ogni giorno, istruisci i tuoi dipendenti sui vantaggi di avere un sistema di documentazione e investi in un’efficace piattaforma di gestione della documentazione IT . Questo strumento aumenterà l’efficienza e renderà più facile rimanere organizzati, il che rende più facile per tutti fare il proprio lavoro.

3. Organizza l’onboarding

Se la tua azienda registra un elevato turnover dei dipendenti, sai quanto può essere dispendioso in termini di tempo l’onboarding. Fortunatamente, anche le migliori pratiche di documentazione possono aiutare in questo. Se tutti i documenti rilevanti sono archiviati in un’unica posizione, i nuovi dipendenti sanno a chi rivolgersi in caso di domande: ciò significa sessioni formali di onboarding più brevi e meno tempo da dedicare ai manager per rispondere alle domande frequenti. I processi di onboarding organizzati, supportati dall’autoapprendimento attraverso la documentazione, aiutano tutti a mettersi al lavoro in modo rapido e semplice. Una posizione centralizzata per la conoscenza del cliente nel tuo PSA  o strumento di gestione della documentazione IT aiuta anche a velocizzare l’onboarding dando a tutti i tecnici l’accesso alle informazioni di cui potrebbero aver bisogno quando lavorano con i clienti.

4. Rivaluta il processo di emissione dei tickets

La gestione dei tickets è alla base di un’azienda MSP, ma può diventare complicata molto rapidamente senza un approccio organizzato, semplificato ed efficiente. Per spostare facilmente i tickets attraverso i tuoi flussi di lavoro e mantenere i clienti soddisfatti, crea una strategia su come assegnare la priorità ai tickets e classificarli in base all’urgenza. Per continuare a far funzionare tutto senza intoppi, i tecnici MSP hanno bisogno di un modo semplice per monitorare diligentemente gli stati e tenere informati i clienti. Può anche aiutare ad appoggiarsi all’automazione per massimizzare l’efficienza e liberare il tempo del tecnico. Utilizza i messaggi modello quando possibile e investi in una soluzione di automazione dei servizi professionali (PSA) che automatizza l’ emissione di biglietti .

5. Ordinare la fatturazione in anticipo

Gli MSP possono semplificare il loro lavoro e ridurre i giorni del ciclo di fatturazione alla fine di ogni mese trovando modi migliori per fatturare. Cerca una soluzione di gestione dei ticket che allega un time tracker a ogni ticket in modo che i tecnici possano registrare automaticamente quanto tempo impiegano a risolvere i problemi. Quando arriva il momento di fatturare i tuoi clienti, il software di fatturazione MSP rende possibile esportare facilmente ogni fattura in base al time tracker, fattura batch e persino integrarla con il tuo software di contabilità esistente, niente più controversie sulla fatturazione o fatture complicate.

6. Incoraggiare il self-service

Una delle cose migliori che puoi fare per rendere più facile la gestione della tua azienda è rendersi conto che non devi gestire tutto da solo. Spesso, i tuoi tecnici incontreranno gli stessi problemi comuni ancora e ancora. Risolvere ripetutamente piccoli problemi può essere noioso per i tuoi tecnici e ai clienti non piacerà aspettare che un tecnico risolva un problema che avrebbero potuto risolvere da soli.

Puoi rendere la risoluzione dei problemi più rapida e semplice per tutti, fornendo ai tuoi clienti le risorse per risolvere le proprie difficoltà tecniche. Crea un database di conoscenze solido (e ricercabile), offri un portale per i clienti e pubblica risposte accessibili alle domande frequenti. Mettere tutte queste cose a disposizione dei tuoi clienti renderà il tuo lavoro molto più semplice e ti aiuterà a mantenere i tuoi clienti soddisfatti.

Scegliere le giuste soluzioni di servizi gestiti

Questi sei suggerimenti possono aiutarti a portare la tua attività MSP al livello successivo, ma assicurarti di implementarli tutti correttamente può sembrare un secondo lavoro. SolarWinds ® MSP Manager è una soluzione PSA potente, scalabile e conveniente che renderà semplice la gestione di un’azienda MSP. Questo software include le funzionalità necessarie per fornire un servizio tempestivo e di alta qualità ai tuoi clienti senza impantanarti nelle minuzie.

Il software ha uno strumento di pianificazione integrato che semplifica il mantenimento di tutti i membri della tua forza lavoro sulla stessa pagina sui futuri servizi per i clienti. Puoi aggiungere appuntamenti al tuo calendario e inserire i dettagli pertinenti con pochi clic e l’appuntamento verrà automaticamente compilato in iCal. Puoi quindi esportare quell’appuntamento in Outlook, Google Calendar o in qualsiasi piattaforma di pianificazione utilizzata dai tuoi tecnici. Tutti gli appuntamenti sono in primo piano e accessibili dall’interfaccia chiara di MSP Manager e dall’app mobile. Per visite ricorrenti al sito e ticket, puoi programmarli automaticamente in MSP Manager in modo che nulla vada a buon fine.

MSP Manager si integra perfettamente con SolarWinds RMM e il software di contabilità superiore in modo da poter creare il monitoraggio remoto e la suite di prodotti PSA che si adattano alle esigenze specifiche della tua azienda. Per saperne di più su MSP Manager e approfondire le sue funzionalità di biglietteria, fatturazione o pianificazione, Registrati per un DEMO della soluzione oppure contattaci per saperne di più: commerciale@n4b.it

FONTE: SolarWinds MSP BLOG

TRADUZIONE ED ADATTAMENTO: N4B SRL Distributore Autorizzato SolarWinds MSP

.

Read More

SERVICE DESK – Crea un portale clienti personalizzato con il software MSP Manager

La gestione dei tickets e del service desk è un aspetto fondamentale per gli MSP per garantire il proprio livello di servizio che viene spesso sottovalutato.

Fornire un servizio di qualità superiore con il software del portale clienti è sicuramente un grande vantaggio competitivo per gli MSP. Cerchiamo di rispondere ad alcune domande relative ai vantaggi che possono derivare da un portale clienti ben gestito ed organizzato e perchè un MSP dovrebbe implementarlo.

Cos’è il software del portale clienti?

Il software del portale clienti è una soluzione che combina un sistema di ticketing IT, una knowledge base e un forum della comunità in un unico posto in modo che i tuoi clienti abbiano una visibilità completa sulle loro interazioni con i loro fornitori di servizi IT. Fornisce un unico punto di accesso a tutto ciò che riguarda i servizi MSP e fornisce ai clienti informazioni per affrontare da soli piccoli problemi. Il software del portale del servizio clienti può aiutare a costruire solide relazioni con i clienti.

Le soluzioni del portale clienti variano, ma le caratteristiche comuni includono:

● Generazione, monitoraggio e archiviazione dei ticket
● Consentire ai clienti di fare il self-service, ad esempio tramite domande frequenti o una knowledge base
● Fornire una linea di comunicazione aperta tra il cliente e l’MSP

Cosa dovresti cercare in una soluzione di portale clienti?

Come punto di partenza, il software del tuo portale clienti preferito dovrebbe:

1. Presenta un robusto sistema di ticketing: gli utenti si rivolgono ai portali dei clienti quando hanno problemi con il loro servizio e un portale clienti li aiuta a risolvere il loro problema specifico o li collega a qualcuno che può farlo. I sistemi di ticketing automatizzano e semplificano questo processo per semplificare il supporto sia per il cliente che per il team di assistenza.
2. Creare una knowledge base: la soluzione del portale clienti dovrebbe anche salvare i ticket precedenti per creare una knowledge base per la futura risoluzione dei problemi. I fornitori di servizi possono esaminare queste informazioni per velocizzare la risoluzione dei problemi su problemi ripetitivi e gli utenti possono imparare come risolvere alcuni problemi da soli.
3. Vantare un design intuitivo: qualsiasi portale dovrebbe essere chiaro, intuitivo e progettato per soddisfare le esigenze dei clienti.

La tua azienda ha bisogno del software del portale web del cliente?

La risposta breve è sì: le principali aziende di oggi hanno bisogno di un portale web per i clienti. I portali dei clienti stanno rapidamente diventando il modo preferito per interagire con un’azienda, con molti clienti che si aspettano che un’organizzazione li offra come canale di comunicazione.

Questi portali forniscono un unico punto di contatto a cui i clienti MSP possono rivolgersi per assistenza, domande frequenti e risoluzione dei problemi. Inoltre, offrono ai clienti l’opportunità di risolvere autonomamente i problemi di servizio o di consultare una knowledge base per apprendere come orientarsi nelle loro esigenze.

I portali consentono inoltre ai clienti di interagire con i loro MSP a loro piacimento, il che può alleviare l’onere per i rappresentanti del servizio clienti. Inoltre, il componente del sistema di ticketing IT del software del portale clienti può aiutare gli MSP a rimanere organizzati in modo che i problemi vengano risolti più rapidamente e in modo coerente. Tutto ciò può tradursi nel tempo in successo aziendale e migliori relazioni con i clienti.

Quali sono i vantaggi del software del portale del servizio clienti?

Esistono numerosi vantaggi nell’utilizzo del software del portale del servizio clienti. Innanzitutto, queste soluzioni spesso includono sistemi di ticketing che migliorano la risoluzione dei problemi sia per il cliente che per l’MSP. I clienti hanno una visibilità completa delle azioni intraprese per risolvere il loro problema e gli MSP hanno una registrazione chiara e concisa del loro processo per la risoluzione dei problemi e per il controllo della qualità. La comunicazione aperta può aiutare a rafforzare le relazioni con i clienti, in modo da poter fidelizzare meglio i clienti con un portale che aiuta a risolvere i problemi in modo chiaro e trasparente.

Altri vantaggi includono:

● Riduzione del traffico e-mail estraneo
● Alleggerimento del carico per i rappresentanti del servizio clienti
● Supporto della comunicazione e collaborazione tra cliente e MSP
● Stabilire una cronologia dettagliata del servizio
● Aiutare i clienti ad apprendere nuove competenze e migliorare le loro conoscenze

Perché dovresti prendere in considerazione l’acquisto di un software per il portale clienti invece di crearne uno tuo?

Se si dispone delle competenze tecniche e di un piano di progettazione, è possibile creare la propria soluzione di portale clienti. Puoi creare software in base alle esigenze dei tuoi clienti e assicurarti che sia compatibile con le tue varie API.

Tuttavia, progettare e fornire un portale clienti da zero può essere incredibilmente costoso e dispendioso in termini di tempo, richiedendo competenze IT specializzate e una lunga sequenza temporale del progetto. Inoltre, crearne uno tuo non ti aiuta necessariamente a fornire un servizio di qualità superiore o ti offre un vantaggio competitivo. Nella maggior parte dei casi, il software del portale clienti disponibile in commercio può svolgere il lavoro in modo più efficiente ed efficace, a una frazione del costo.

Le soluzioni del portale clienti come SolarWinds MSP Manager sono facili da implementare, facili da usare e hanno dimostrato di offrire ai clienti l’esperienza di portale intuitiva di cui hanno bisogno.

SolarWinds ® MSP Manager è un sistema di ticketing IT basato su cloud progettato per dotare i fornitori di servizi di strumenti come servizi di ticketing rapidi e intuitivi, pianificazione, fatturazione precisa e semplice, reporting robusto e potente, gestione della conoscenza personalizzabile e integrazione con SolarWinds RMM e N-central ® . I tuoi team saranno più efficienti e meglio preparati per fornire un servizio superiore in pochissimo tempo.

Registrati per un DEMO della soluzione oppure contattaci per saperne di più: commerciale@n4b.it

FONTE: SolarWinds MSP BLOG

TRADUZIONE ED ADATTAMENTO: N4B SRL Distributore Autorizzato SolarWinds MSP

 

 

Read More

BACKUP & DISASTER RECOVERY – Vantaggi del backup Guest rispetto a quello Host

Se eseguire backup di server virtuali a livello di guest (VM) o host ( hypervisor ) è una di quelle questioni tecnologiche filosofiche che ha implicazioni in termini di consumo di risorse, affidabilità e, soprattutto, livelli di servizio al cliente.

Sebbene molti credano che il livello di host sia il modo migliore o meno costoso per procedere, un approccio a livello di ospite presenta vantaggi significativi, soprattutto per gli MSP. Prima di decidere, considera questi problemi.

Cosa stai veramente proteggendo?

L’hypervisor effettivo non necessita di backup. È facilmente reinstallabile. Le cose importanti di cui hai veramente bisogno per ripristinare sono i server virtuali e le applicazioni e i dati su quei server. Sebbene sia facile configurare il backup a livello di host, quando è necessario ripristinare una singola Virtual Machine o una singola cartella all’interno di una VM, perché non saltare l’hypervisor e lavorare direttamente con il server in questione?

L’efficienza delle risorse

Il backup a livello di host/hypervisor presenta svantaggi simili al backup a livello di immagine . Afferra tutto in un colpo solo, comprese alcune cose che non ti servono. Nel tempo, ciò ha implicazioni reali per la quantità di archiviazione dei dati richiesta, nonché per la frequenza di backup che puoi offrire. Quando i costi di archiviazione diventano insostenibili, sarai costretto a scegliere: meno backup ogni giorno o minore conservazione dei dati.

Un approccio più granulare a livello di guest significa che i singoli backup possono essere più piccoli e più veloci. Con meno spazio di archiviazione, è possibile fornire un livello di servizio migliore eseguendo il backup più frequentemente e mantenendo i punti di ripristino più a lungo.

Non preferiresti offrire un livello di servizio migliore utilizzando lo storage e la capacità di rete che già possiedi?

Evita un singolo punto di errore

Uno degli svantaggi del backup basato sull’appliance è la possibilità che l’appliance diventi un singolo punto di errore. Se l’appliance funge da aggregatore dei backup dei dispositivi prima di inviarli fuori sede , un errore hardware o i limiti di capacità possono arrestare tutti i backup. Il backup a livello di hypervisor ha il potenziale per un problema simile.

Il backup a livello di VM guest consente al backup di ogni server di essere eseguito indipendentemente dagli altri. Un problema con uno non diventa immediatamente un problema per tutti, poiché le tue “uova” di riserva non sono tutte nello stesso “cestino” proverbiale.

L’infrastruttura continua a cambiare

Non sorprende nessuno nell’IT che le basi tecniche delle nostre applicazioni e dei nostri server continuino a cambiare. I server sono fisici e virtuali; possono essere eseguiti in locale e nel cloud. Le opzioni di infrastruttura come servizio stanno diventando sempre più popolari. È improbabile che il livello dell’infrastruttura smetta di cambiare presto, quindi perché collegare i processi di backup e ripristino a un hypervisor?

Ad esempio, se i tuoi server vengono eseguiti in Azure, non avrai accesso all’hypervisor, quindi il livello guest è l’unica opzione.

Gestendo i processi di backup più vicini ai dati che necessitano di protezione, è probabile che la soluzione abbia una maggiore longevità poiché la posizione e le fondamenta di quei server continuano ad evolversi.

Un processo di backup diretto da dispositivo a cloud consente di mantenere un controllo costante sulla protezione, conservazione e recuperabilità dei dati, indipendentemente da dove si trovano i server o dal formato.

Efficienza del tempo del personale

Se viene eseguito il backup dei server fisici e virtuali nello stesso modo, i backup possono essere gestiti in modo coerente tra tutti i clienti e tutti i loro server. La standardizzazione del processo aiuta a ridurre la possibilità di errore umano e in genere fa un uso più efficiente del tempo del team.

Questa coerenza del processo è ancora più importante al momento del recupero. Un metodo coerente per eseguire il ripristino a livello di file o dell’intero sistema consente ai tecnici di agire rapidamente, senza dover aggiornare la memoria su un metodo di ripristino che potrebbero vedere meno spesso.

Eccezioni a ogni regola

Sebbene i punti precedenti siano a favore dei backup a livello di ospite, ci sono situazioni in cui ciò semplicemente non è possibile. Alcuni sistemi operativi insoliti o opzioni firewall rigorose potrebbero bloccare l’accesso alle VM guest a scopo di backup e, in questi casi, il livello di host potrebbe essere la scelta migliore (e unica).

Prima di decidere che i backup a livello di hypervisor sono giusti per te, pensaci bene e fai una scelta informata. Potresti scoprire che il livello di ospite è la tua migliore opzione.

Se desideri provare SolarWinds Backup prima di impegnarti, scarica oggi stesso la versione di prova gratuita di 30 giorni.

FONTE: SolarWinds MSP BLOG – di Carrie Reber: senior product manager per SolarWinds MSP

Traduzione ed adattamento: N4B SRL – Distributore Autorizzato Solarwinds MSP

Read More

BACKUP & DISASTER RECOVERY – Archiviazione di backup: cloud pubblico o privato

Poiché l’elaborazione basata su cloud e l’archiviazione dei dati diventano sempre più comuni, i fornitori di servizi gestiti (MSP) dovrebbero trarre vantaggio dalla maggiore flessibilità, controllo di qualità e sicurezza forniti da queste soluzioni.

Quando gli MSP prendono la loro decisione sul tipo di soluzione di backup basata su cloud da utilizzare, un fattore chiave che devono considerare a fondo è la destinazione cloud, ovvero se i backup sono archiviati in cloud pubblici o privati . Non tutte le opzioni di archiviazione cloud offrono gli stessi vantaggi e optare per un’opzione rispetto all’altra può effettivamente avere un effetto significativo sulla velocità e l’efficienza delle soluzioni di backup e ripristino che sei in grado di fornire.

La differenza principale tra le due opzioni dipende da chi ha il controllo sulle risorse e sui servizi cloud. Ad esempio, gli MSP che optano per una soluzione di backup che consenta loro di portare il proprio cloud pubblico (“BYOC”) hanno molta scelta, ma con tale scelta derivano possibili costi e oneri aggiuntivi. Possono scegliere di utilizzare qualsiasi soluzione di cloud pubblico di terze parti di cui si fidano. Il tuo provider cloud memorizzerà quindi i dati nei propri data center privati, che mantengono e gestiscono anche loro.

Al contrario, gli MSP che scelgono una soluzione di backup che utilizza il proprio cloud privato appositamente creato consentono al proprio fornitore di backup di gestire ogni aspetto dello storage, della sicurezza e dell’infrastruttura cloud, offrendo all’MSP un unico partner del fornitore responsabile del processo dall’inizio alla fine . Di seguito sono riportati alcuni dei principali vantaggi e svantaggi di entrambi i tipi di archiviazione cloud quando si tratta della soluzione di backup.

Cloud pubblico: backup BYOC

Le soluzioni di cloud pubblico sono la forma più diffusa di archiviazione dati remota, con AWS e Microsoft Azure come due opzioni comunemente utilizzate. Con le soluzioni di cloud pubblico, tutte le risorse sono di proprietà e gestite dal provider di terze parti e vengono amministrate a te e ai tuoi clienti da remoto tramite browser web. I cloud pubblici forniscono archiviazione di backup e altri servizi per più aziende (noti anche come tenant cloud) utilizzando lo stesso set di hardware e infrastruttura, il che può essere un’opzione efficiente per gli MSP che desiderano fornire servizi di archiviazione cloud ai propri clienti.

Se stai prendendo in considerazione una soluzione di backup che ti consenta di portare il tuo cloud, dovrai cercare la soluzione di cloud pubblico di terze parti che desideri utilizzare per i tuoi backup. In un primo momento, questo può sembrare un enorme vantaggio, poiché ora puoi avventurarti nel mercato e scegliere l’offerta che sembra l’opzione migliore, che si tratti di rapporto qualità-prezzo, sicurezza o qualsiasi altra caratteristica sia più importante per te.

Tuttavia, sebbene le soluzioni di backup che offrono BYOC di solito enfatizzano la loro flessibilità e libertà di scelta, spesso presentano anche alcuni svantaggi chiave.

  • Il primo di questi svantaggi è che troppa scelta non è sempre una buona cosa. Sebbene tu abbia la libertà di selezionare il tuo provider di cloud pubblico, può essere dispendioso in termini di tempo per gli MSP navigare nella ricerca da soli. I prezzi tra i fornitori di servizi cloud variano notevolmente e potrebbero lasciarti con più domande che risposte. Ad esempio, alcuni provider rendono economico il trasferimento dei dati nel cloud, ma molto costoso da recuperare: cosa significa questo per il tuo MSP? Questo tipo di processo decisionale è spesso più complicato di quanto valga la pena e le spese aggiuntive possono sommarsi rapidamente. Ad esempio, ti verrà addebitato un importo elevato per ogni ripristino del test?
  • La seconda bandiera rossa da notare qui è che quando le soluzioni di backup consentono di BYOC, spesso indica che le loro offerte sono adattate per il cloud, piuttosto che costruite specificamente per l’era del cloud-first. Ciò potrebbe significare che la loro architettura non è efficiente come dovrebbe essere per gestire il cloud e che le loro offerte cloud sono solo un ripensamento.
  • Inoltre, permettendoti di portare il tuo cloud personale introduce un’altra potenziale parte per complicare le cose nei tuoi processi di backup e ripristino. Ad esempio, immagina che qualcosa non funzioni con i tuoi backup e non sei in grado di identificare il problema. Naturalmente, vai direttamente dal fornitore della tua soluzione di backup e chiedi loro di aiutarti a risolvere i problemi. Invece di una risposta utile, tuttavia, alzano semplicemente le mani e puntano il dito contro il provider di servizi cloud che hai scelto. Quando vai dal tuo provider di servizi cloud, incolpa la tua soluzione di backup, lasciandoti indietro all’inizio. L’introduzione della possibilità di puntare il dito in caso di errori può rendere più difficile per te arrivare a fondo ai problemi e servire i tuoi clienti. Questa possibilità è particolarmente preoccupante al momento del recupero, quando ogni minuto è importante.
  • Infine, l’utilizzo di un cloud pubblico potrebbe lasciarti con domande sulla sicurezza dei dati. Sebbene molti cloud pubblici prestino la massima attenzione alla protezione dei tuoi dati, non possono offrirti la visibilità della loro sicurezza dei dati che potresti desiderare. Questo può introdurre sfiducia che potrebbe lasciarti diffidente riguardo all’archiviazione dei backup dei clienti nel loro cloud. L’utilizzo di un provider di cloud pubblico di terze parti aumenta la complessità della catena di comando e limita la supervisione e la visibilità su alcuni aspetti della gestione e della protezione dei dati dei clienti.

Un cloud privato appositamente creato

Al contrario, alcune soluzioni di backup utilizzano i propri cloud privati ​​che dedicano le proprie risorse e infrastrutture allo storage di backup. Anche se potresti non voler fare il grande investimento in un tuo data center per fornire ai tuoi clienti un cloud privato, scegliere il giusto fornitore di backup può darti questi vantaggi senza quell’investimento iniziale e il carico di manutenzione continuo.

Inoltre, esiste un sottoinsieme di cloud privati ​​noti come cloud appositamente progettati, progettati specificamente per svolgere una particolare funzione, come i servizi di archiviazione e ripristino di backup. Poiché i fornitori di cloud appositamente progettati forniscono servizi estremamente specializzati, spesso creano il proprio software e data center per il trasferimento e l’alloggiamento dei backup.

Gli MSP possono trarre vantaggio dall’utilizzo di soluzioni di backup che utilizzano cloud privati ​​appositamente creati, poiché la totalità delle risorse del cloud è dedicata alla ricezione dei backup in entrata e all’elaborazione delle richieste di ripristino. Il risultato è una connessione efficiente e senza interruzioni tra software e data center.

I vantaggi di SolarWinds Backup e del suo cloud privato

SolarWinds ® Backup utilizza un cloud privato appositamente costruito, supportato da 30 data center in tutto il mondo e progettato specificamente per l’archiviazione di backup MSP. Ciò consente agli MSP di essere specifici della posizione quando selezionano dove sono archiviati i dati dei clienti (i dati delle aziende tedesche, ad esempio, verranno automaticamente sottoposti a backup nei data center cloud del paese) e di fornire ai propri clienti la località dei dati.

A differenza delle soluzioni offerte da molti altri fornitori di backup sul mercato, SolarWinds Backup non è adattato per il cloud. Dalla progettazione all’implementazione, l’architettura efficiente di Backup è progettata specificamente per fornire servizi di backup e ripristino cloud-first rapidi e sicuri. Puoi anche evitare il fastidio di dover scegliere la tua opzione cloud: ci prendiamo cura dell’archiviazione per te in modo che tu possa fidarti che i tuoi backup vengano gestiti con cura.

Il nostro cloud è anche più incentrato sulla sicurezza rispetto a molte opzioni di cloud pubblico e on-premise , inoltre ci assumiamo la responsabilità dei nostri servizi cloud e li supporteremo senza puntare il dito o passare il denaro. Se c’è un problema, vogliamo che venga risolto tanto quanto te. Ecco perché SolarWinds Backup utilizza connessioni TLS 1.2 unidirezionali per inviare backup al cloud e crittografia AES a 256 bit per mantenerli privati ​​e protetti. I nostri data center sono inoltre dotati di protezioni fisiche all’avanguardia, tra cui lettori biometrici, sicurezza 24 ore su 24, più sistemi di alimentazione ridondanti, nonché sistemi completi di protezione antincendio e rilevamento di fumo molto precoce e sistemi di allarme (VESDA).

Sebbene l’intuitiva dashboard di backup mantenga le cose semplici da parte tua, la soluzione è molto efficace quando si tratta di salvaguardare la privacy e l’integrità dei dati dei tuoi clienti. Inoltre, Backup ti offre anche la possibilità di conservare una seconda copia locale dei tuoi backup per il ripristino più veloce possibile. Per mantenere i dati dei tuoi clienti al sicuro e accessibili per il ripristino, prova SolarWinds Backup gratuitamente per 30 giorni per scoprire come il nostro cloud privato appositamente costruito offre la soluzione più efficiente e sicura per gli MSP.

 

 

FONTE: Solarwinds MSP BLOG

TRADUZIONE ED ADATTAMENTO: N4B SRL – Distributore Autorizzato SolarWinds MSP

Read More

BACKUP & DISASTER RECOVERY – FAQ sulle procedure di ripristino d’emergenza

Per gli MSP è sempre più importante impostare delle procedure di ripristino del sistema IT del cliente strutturate e codificate che riducano al minimo i tempi di fermo macchina od azienda e garantiscano la business continuity.

E’ altrettanto importante garantire la possibilità di procedere a ripristini di emergenza che devono affiancarsi alle procedure standard codificate.

Vediamo insieme quali sono le domande più frequenti alle quali bisogna rispondere.

Qual è la differenza tra backup dei dati e ripristino di emergenza?

Il backup dei dati e il ripristino di emergenza (DR) sono due componenti molto importanti e funzionalmente diversi di qualsiasi strategia di sicurezza IT a più livelli. Per gli MSP alla ricerca di una soluzione software di backup e ripristino di emergenza, è importante comprendere i due termini e il modo in cui interagiscono.

Il backup dei dati, al suo livello più elementare, è l’atto di memorizzare una copia di file o dati in una posizione di archiviazione separata in modo che, nel caso in cui i file originali vengano persi o danneggiati, possano essere ripristinati dalle copie. Il ripristino di emergenza è l’atto di ripristinare quei file e dati.

MSP e professionisti IT hanno bisogno di un software di backup in grado di tenere il passo con il ritmo delle attività dei loro clienti e consentire un ripristino rapido in caso di disastro.

Come funziona il ripristino di emergenza nel cloud?

In caso di disastro, vuoi essere in grado di recuperare i dati del tuo cliente il più rapidamente possibile. È qui che entra in gioco SolarWinds Backup. Questo software di backup cloud-first e sistema di ripristino di emergenza consente agli MSP di ripristinare i dati aziendali dei propri clienti in genere in pochi minuti.

Il ripristino di emergenza basato su cloud con SolarWinds Backup significa che puoi recuperare i dati di backup da uno dei tanti siti di backup su cloud globali, con crittografia end-to-end per mantenere i tuoi dati al sicuro durante il transito. Se è necessario ripristinare i server ancora più rapidamente, è possibile scegliere i backup della cache in SolarWinds LocalSpeedVault per una soluzione di ripristino locale.

Qual è la differenza tra ripristino fisico e virtuale?

Il ripristino fisico consente di ripristinare i server di backup su hardware fisico, se disponibile. Il ripristino virtuale significa che stai ripristinando i tuoi server su una macchina virtuale, utilizzando un ambiente VMware, vSphere  o Microsoft Hyper-V.

SolarWinds Backup consente di utilizzare il ripristino fisico o virtuale, a seconda delle preferenze e delle esigenze di ripristino di emergenza. Il ripristino virtuale è necessario per ripristinare i server virtuali, ma il ripristino da fisico a virtuale può far risparmiare tempo critico ripristinando i server fisici senza configurare un’infrastruttura fisica completamente nuova.

In che modo SolarWinds Backup è progettato per la sicurezza?

La sicurezza dei dati è una priorità assoluta per SolarWinds. La nostra crittografia AES a 256 bit su connessioni TLS 1.2 unidirezionali aiuta i tuoi dati a rimanere protetti durante l’intero viaggio. Ciò significa che i tuoi dati vengono crittografati sul sito, in transito e in deposito in una delle nostre posizioni di archiviazione in tutto il mondo. L’unica volta che i dati di backup non vengono crittografati è durante il processo di ripristino in loco.

Devo ripristinare il server del mio cliente nella posizione originale?

Con SolarWinds Backup, non è necessario ripristinare il server di un cliente nella sua posizione originale. Il ripristino basato su cloud di SolarWinds può ripristinare un server su un nuovo server fisico con la stessa configurazione o su una macchina virtuale utilizzando il ripristino da fisico a virtuale.

In caso di disastro, come un incendio o un’alluvione che distrugge il server fisico, il backup basato su cloud consente di ripristinare rapidamente un server di cui è stato eseguito il backup dal cloud in una nuova posizione fisica o virtuale. SolarWinds Backup utilizza anche la deduplicazione TrueDelta, la compressione dei dati e l’ottimizzazione della WAN per rendere operativi i server dei clienti in pochi minuti, consentendo un ripristino di emergenza più rapido. La deduplicazione TrueDelta può aiutarti a ridurre i tempi di backup ed eseguire il processo di backup più frequentemente eseguendo il backup solo delle modifiche anziché dei file completi.

Business Continuity vs Disaster Recovery: cosa sono e come differiscono?

Sebbene strettamente correlati, la continuità operativa (BC) e il ripristino di emergenza (DR) non sono in realtà la stessa cosa e spesso vengono erroneamente utilizzati in modo intercambiabile. Il ripristino di emergenza è un attore chiave in qualsiasi piano di continuità aziendale. La maggior parte dei piani inizia con i backup di server, sistemi, dati e applicazioni software e quindi presenta modi per ripristinare tali sistemi in caso di arresto anomalo.

Il ripristino di emergenza  è il modo in cui vengono ripristinati dati, file, server, applicazioni software e sistemi operativi a seguito di un evento dannoso o di un arresto anomalo.

La continuità  operativa è il modo in cui un’azienda può mantenere le operazioni durante un periodo di malfunzionamento tecnologico o interruzione.

 

FONTE: Sito Web SolarWinds MSP

Traduzione ed adattamento: N4B SRL – Distributore Autorizzato SolarWinds MSP

Read More

BACKUP & DISASTER RECOVERY – Domande Frequenti (FAQ) sul backup database MySQL

In questo contributo daremo risposta ad alcuni quesiti frequenti relativi al Backup di un database MySQL

Cos’è il backup di MySQL?

Molte aziende e piccole imprese utilizzano MySQL come server di database open source standard. I dati più importanti dei tuoi clienti, la cronologia delle query e altre cache di archiviazione possono essere contenuti in MySQL. Inoltre, per le aziende che utilizzano MySQL, i dati recuperati da MySQL possono essere la chiave per una corretta verifica del registro dei dati del settore. In caso di emergenza IT, i tuoi clienti non possono permettersi di perdere temporaneamente l’accesso ai propri dati MySQL o, peggio, perdere completamente i propri dati MySQL.

Con SolarWinds Backup, puoi eseguire facilmente il backup di più versioni di un database MySQL. L’interfaccia intuitiva di Backup Manager consente di visualizzare e modificare le pianificazioni di backup e di modificare gli script, se necessario. È possibile eseguire il backup dei database automaticamente o manualmente. Se preferisci vedere i dettagli del processo di backup, puoi anche eseguire il backup MySQL tramite la riga di comando.

Come si esegue il backup del database MySQL?

Il primo passo nel processo di backup è installare SolarWinds Backup Manager su MySQL. Quindi, puoi scegliere tra più opzioni di backup a seconda del tipo di ripristino dei dati richiesto dal cliente.

SolarWinds Backup offre compatibilità praticamente con qualsiasi versione di MySQL, a partire da MySQL 5.0.22. Per utilizzare Gestione backup con il database MySQL di un client, assicurati che il tuo servizio MySQL sia stato avviato quando inizi a eseguire il backup del database.

È importante che il servizio Copia Shadow del volume (VSS) sia consentito sul sistema, poiché le istantanee VSS costituiscono la spina dorsale della copia di backup in qualsiasi operazione di backup di SolarWinds. Dopo aver dato l’autorizzazione al server MySQL per eseguire il backup del database, è possibile utilizzare Gestione backup per eseguire il backup dei dati MySQL con il clic di un pulsante.

Come si ripristina un database MySQL?

In caso di emergenza, assicurarsi che venga eseguito il backup dei dati è solo metà della battaglia. È inoltre necessario disporre di un piano di ripristino dei dati, con la possibilità di eseguire ripristini rapidi dei dati  per rendere operativo il database MySQL duplicato il più rapidamente possibile. Senza una strategia di ripristino rapido, un’azienda può perdere tempo e denaro preziosi in attesa che i dati vengano copiati in una nuova posizione.

Il ripristino dei database MySQL con Backup Manager è veloce e intuitivo. Con pochi semplici passaggi è possibile ripristinare il database in una posizione corrente o in una nuova. Il trasferimento granulare dei dati consente il ripristino il più rapidamente possibile. Per una visione più precisa del processo di ripristino, è possibile ripristinare MySQL utilizzando la riga di comando.

Gli strumenti di backup di MySQL sono compatibili con Linux?

Se sei un utente Linux, sei fortunato. Oltre alla compatibilità con Microsoft e macOS, SolarWinds Backup offre il backup di MySQL pensando agli utenti Linux. Se stai usando Linux glibc 2.5 o versioni successive, puoi eseguire il backup di una qualsiasi delle seguenti versioni:

  • MySQL 5.0.22
  • MySQL 5.1
  • MySQL 5.5
  • MySQL 5.6
  • MySQL 5.7
  • MySQL 8.0.

Se un cliente si affida a sistemi Linux, è fondamentale che gli MSP utilizzino la tecnologia di backup compatibile con Linux. In caso contrario, potrebbe essere necessario trovare una soluzione di backup manuale o separata per i dati MySQL, che potrebbe mettere a rischio tali dati.

Con SolarWinds Backup, gli utenti Linux possono continuare ad accedere alle operazioni di scrittura durante i backup a caldo per le tabelle di dati MySQL InnoDB. I backup a caldo sono disponibili per le tabelle di dati MyISAM, quindi gli utenti Linux possono ancora accedere alle operazioni di lettura durante questi backup.

FONTE: Solarwinds MSP BLOG

Traduzione ed adattamento: N4B SRL – Distributore Autorizzato SolarWinds MSP

 

Read More

BACKUP & DISASTER RECOVERY – Guida definitiva: MySQL Backup

MySQL è un sistema di gestione del database relazionale (RDBMS) open source incredibilmente popolare supportato da Oracle . La maggior parte delle persone ha familiarità con MySQL come parte dello stack aziendale open source comunemente indicato come “LAMP”, in cui:

  • Linux è il sistema operativo,
  • Apache è il server web,
  • MySQL è RDBMS e
  • PHP, Python o PERL serve come linguaggio di scripting orientato agli oggetti.

Il server MySQL è disponibile come programma autonomo da utilizzare in un ambiente client-server o come libreria che può essere incorporata in applicazioni separate.

MySQL funziona in base a un modello client-server. In poche parole, MySQL crea un database per memorizzare e manipolare i dati e definisce la relazione per ogni tabella. Da lì, i client possono effettuare richieste digitando specifiche istruzioni SQL su MySQL. L’applicazione server risponderà quindi alle richieste con le informazioni richieste e le visualizzerà sul lato client.

Le aziende affidano i loro siti Web a MySQL perché è conveniente, scalabile, affidabile e può supportare database estremamente grandi utilizzando una quantità minima di energia. Anche se è open source, questa piattaforma viene fornita con supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e una protezione dei dati sorprendentemente forte. Oggi, MySQL è alla base di molti dei siti Web più utilizzati al mondo, inclusi Facebook, Twitter e Youtube. Dato il numero di aziende che utilizzano MySQL per alimentare i processi e i servizi più critici per l’azienda, è fondamentale che i provider di servizi gestiti (MSP) sappiano come eseguire il backup e il ripristino di MySQL in caso di emergenza.

Cosa può andare storto con MySQL Backup?

MySQL è un potente server di database, ma non è infallibile. Per iniziare a familiarizzare il tuo MSP con i potenziali problemi che possono sorgere, ecco sei degli errori più comuni che possono verificarsi quando lavori con MySQL:

1. ACCESSO NEGATO

MySQL autentica gli utenti che si connettono da un host e quindi associa quegli utenti con privilegi di accesso a un database. Questi privilegi includono SELECT, INSERT, UPDATE e DELETE e possono essere utilizzati per identificare utenti anonimi e concedere privilegi appropriati per funzioni specifiche. L’errore di accesso negato può verificarsi per una serie di motivi, ma è più comunemente causato dagli account MySQL che il programma client utilizza per connettersi al server MySQL.

2. CONNESSIONI PERSE

Se viene visualizzato il messaggio “connessione persa al server MySQL” durante l’interrogazione di un database, significa che c’è un problema di connettività di rete da qualche parte nel tuo ambiente che causa la perdita della connessione da parte di MySQL.

Se il messaggio non viene visualizzato, la connessione persa potrebbe essere causata da un errore con la variabile connection_timeout. La variabile di sistema connection_timeout definisce, in secondi, per quanto tempo il server MySQL attenderà un pacchetto di connessione prima di determinare che la connessione è scaduta. Se il valore connection_timeout è troppo breve, potresti perdere la connessione. MySQL può anche perdere la connessione se il valore Binary Large Object (BLOB) è maggiore di max_allowed_packet. Se ricevi un messaggio di errore ER_NET_PACKET_TOO_LARGE , saprai che questa è la causa.

3. NOME HOST BLOCCATO

Il sistema max_connect_errors in MySQL determina quante successive richieste di connessione interrotte di seguito sono consentite senza una connessione riuscita. Una volta raggiunta questa soglia, MySQL presume che qualcosa non vada e blocca l’host da ulteriori connessioni. Un host bloccato può anche essere causato da una connessione TCP / IP difettosa da un determinato host, che indica un problema di rete invece di un problema con la variabile max_connext_errors .

4. TROPPE CONNESSIONI

La variabile max_connections controlla quante connessioni il server MySQL può supportare. Il valore predefinito è 151, ma gli amministratori di sistema possono impostare un valore maggiore o minore in base alle dimensioni della propria azienda o alle esigenze del database. Se viene visualizzato questo errore, saprai che tutte le connessioni disponibili sono in uso per altre connessioni client.

5. PACCHETTI GRANDI

Un pacchetto di comunicazione in MySQL può essere uno dei seguenti: una singola istruzione SQL che il client MySQL invia al server MySQL, una singola riga inviata dal server MySQL al client MySQL o un evento di registro binario inviato da una replica server master al master slave di replica. Per MySQL 8, 1 GB è la dimensione massima possibile del pacchetto che può essere trasferita da o verso un client o server MySQL. Il server o il client di database restituirà un messaggio di errore ER_NET_PACKET_TOO_LARGE e chiuderà la connessione se la dimensione del pacchetto supera la soglia predeterminata.

6. COMANDI NON SINCRONIZZATI

Con i sistemi di gestione dei database relazionali, le azioni devono essere eseguite in ordine sequenziale. Se le funzioni o le richieste del client vengono chiamate nell’ordine sbagliato, MySQL restituirà un messaggio di errore non sincronizzato. Ad esempio, se esegui mysql_use_result () e poi provi a fare un’altra query senza eseguire prima mysql_free_result () , probabilmente otterrai un errore di sincronizzazione. È inoltre possibile ricevere questo errore se si tenta di eseguire due query che restituiranno un set di risultati senza immettere mysql_use_result () o mysql_store_result () tra i due.

Se si verifica uno di questi errori MySQL o l’intero database si arresta, anche tutte le applicazioni e i servizi che si basano su di essi smetteranno di funzionare. Questi errori possono anche danneggiare fondamentalmente il database. Se hai clienti che si affidano a MySQL per la maggior parte dei loro processi, è essenziale disporre di soluzioni di database di backup MySQL per aiutarli a essere operativi il prima possibile.

Come si esegue il backup di un database MySQL?

Il backup di un database MySQL è fondamentale per proteggersi dal disastro, ma come si fa esattamente? I dettagli del backup MySQL differiranno in base al software di backup dei dati aziendali acquistato, ma fondamentalmente il backup MySQL consiste semplicemente nell’installazione della soluzione di database di backup MySQL su MySQL e nella scelta dell’opzione di backup più adatta alle esigenze del cliente.

Esistono tre tipi di backup MySQL: freddo, caldo e caldo.

Con i backup a freddo, il server MySQL si arresta durante l’esecuzione della sessione di backup e nessuna applicazione di terze parti che manterrà forzatamente aperto il database può essere eseguita contemporaneamente.

Con i backup a caldo, il server MySQL è bloccato per le operazioni di scrittura durante l’esecuzione della sessione di backup, ma i client possono comunque utilizzarlo per le operazioni di lettura.

Con i backup a caldo, sia il server MySQL che la sessione di backup vengono eseguiti contemporaneamente. Nessuna “temperatura” è migliore dell’altra, ma assicurati di scegliere l’opzione di backup meno dannosa per i tuoi clienti.

Tuttavia, il backup di MySQL è solo metà della battaglia. È necessario integrare le attività di backup con un piano di ripristino dei dati che includa ripristini rapidi dei dati in modo da poter ottenere un database MySQL duplicato attivo e funzionante il prima possibile. Senza un piano di ripristino rapido dei dati, i tuoi clienti potrebbero perdere tempo e denaro in attesa che i dati vengano copiati in una nuova posizione.

MySQL Enterprise Data Backup per MSP

Il backup e il ripristino di MySQL devono essere veloci, intuitivi e non invadenti per i tuoi clienti. SolarWinds ® Backup è un servizio di protezione dei dati e dei server cloud-first che può aiutarti a proteggere server fisici e virtuali, workstation , dati di Microsoft 365 e MySQL da un dashboard intuitivo. Con questo strumento MySQL Backup, avrai accesso a tutto ciò di cui hai bisogno per ripristinare facilmente i database MySQL dei tuoi clienti, qualunque cosa accada.

Dopo aver aggiunto il database MySQL del cliente a Backup Manager, puoi creare e personalizzare una pianificazione di backup automatica in modo da non doverti preoccupare di ricordarti di creare backup a freddo, a caldo o a caldo a intervalli regolari. In questo modo saprai sempre quando è avvenuto l’ultimo backup. Il backup utilizza la tecnologia di deduplicazione e compressione True Delta e tecniche di ottimizzazione WAN in modo da poter eseguire il backup di MySQL tutte le volte che vuoi senza preoccuparti dell’uso eccessivo della larghezza di banda. Queste tecnologie consentono inoltre di risparmiare tempo durante il backup e il ripristino.

Il backup aiuta anche a semplificare il backup dei dati aziendali per MySQL. Con la navigazione di ripristino intuitiva di Backup, è possibile ripristinare l’istanza MySQL del cliente nella posizione originale o in una nuova posizione se il server fisico è stato danneggiato. Dopo aver richiesto un percorso di ripristino, Backup ti consente di riprendere rapidamente il servizio MySQL senza perdere un colpo. SolarWinds Backup ti aiuta anche a servire una gamma più ampia di clienti che utilizzano MySQL per Windows, Linux o MacOS. Per sperimentare in prima persona come SolarWinds Backup può aiutarti a ottimizzare il backup di MySQL, inizia con una prova gratuita di 30 giorni di SolarWinds Backup .

 

FONTE: SolarWinds MSP BLOG

Traduzione ed adattamento: N4B SRL – Distributore Autorizzato SolarWinds MSP

Read More

SUPPORTO IT – Come potenziare il successo di un team di help desk IT

Poiché sempre più aziende incorporano i vantaggi del lavoro remoto nelle loro operazioni, fanno anche più affidamento sulle soluzioni di help desk per supportare i team distribuiti geograficamente. Per i fornitori di servizi gestiti (MSP), il crescente interesse dei clienti per le soluzioni di servizio remoto significa probabilmente che investire nelle loro capacità di service desk deve essere in cima alla lista delle priorità.

Il service desk è spesso il primo punto di contatto per i tuoi clienti quando hanno un problema, quindi è fondamentale che i tuoi team abbiano gli strumenti e la formazione sia per fare una buona impressione che per risolvere i problemi in modo tempestivo. La buona notizia è che l’adozione delle migliori pratiche del service desk può anche aiutarti a gestire le tue spese operative in modo più efficiente. Di seguito sono riportate alcune strategie organizzative e best practice per preparare i tuoi tecnici  ad aiutarti a fornire un servizio superiore che mantenga felici gli utenti finali.

Crea un portale clienti accessibile

Quando i tuoi clienti hanno bisogno di aiuto, hanno bisogno di un modo semplice per richiedere aiuto. Il software del portale clienti fornisce un punto di accesso affidabile e coerente per gli utenti finali, estendendo al contempo una serie di vantaggi utili agli MSP. Molti portali clienti supportano l’integrazione con sistemi di ticketing IT basati su cloud, consentendo agli MSP di fornire servizi tecnici senza interruzioni e di gestire i flussi di lavoro in modo più efficiente.

I portali dei clienti dovrebbero includere anche una knowledge base o un’opzione self-service. Studi e sondaggi  hanno rilevato che la maggior parte dei clienti (circa il 67%) preferisce utilizzare le opzioni self-service piuttosto che parlare con un rappresentante o un tecnico del cliente. In molti casi, gli utenti finali cercano una soluzione rapida per problemi che possono facilmente risolvere da soli, senza la necessità di creare ticket di servizio aggiuntivi. I vantaggi di questo sono duplici: i clienti si sentono autorizzati a risolvere i problemi in modo indipendente e i team del tuo service desk avranno più tempo per occuparsi di problemi complessi che richiedono ulteriore supporto pratico.

Stabilire un catalogo di servizi IT

Oltre a creare una knowledge base e un portale per i clienti, gli MSP dovrebbero prendere in considerazione lo sviluppo di un catalogo di servizi IT, che essenzialmente funge da meta roadmap per i clienti. Un catalogo di servizi dovrebbe includere istruzioni chiare che descrivano in dettaglio il modo corretto di aprire un ticket di servizio, nonché il modo in cui il service desk risponderà al ticket e chi contattare nel caso in cui l’utente finale abbia ulteriori domande. I cataloghi di servizi possono includere elementi come:

  • Nome dell’elemento del catalogo
  • Categoria di servizio (se il ticket è correlato a hardware, infrastruttura, software o altro tipo di supporto)
  • Costo del servizio (se applicabile)
  • Struttura di approvazione dei biglietti
  • Processo di tracciamento del biglietto
  • Sicurezza pertinente o autorizzazioni di accesso privilegiato
  • Aspettative relative alla consegna o alla risoluzione del biglietto
  • Punto di contatto

Crea flussi di lavoro efficaci e processi di escalation

L’ampia varietà di tipi di ticket di service desk in entrata può spesso rappresentare una sfida maggiore rispetto al volume di ticket: gli MSP devono anche pensare alla priorità e all’escalation dei ticket. Il giusto software del service desk IT aiuta a garantire che i ticket in arrivo finiscano nel bucket e nel flusso di lavoro giusti, aumentando al contempo la trasparenza dei processi interni.

Ci sono alcuni vantaggi chiave nella specializzazione dei tuoi team (come una migliore esperienza nelle loro particolari aree di interesse, che porta a una più rapida risoluzione dei problemi). Ma la tua piattaforma di ticketing dovrebbe anche consentire ai tecnici dell’help desk di controllare facilmente lo stato di qualsiasi problema e intervenire o subentrare secondo necessità. Fornire ai clienti una combinazione di competenza e flessibilità è una parte cruciale delle operazioni di assistenza di successo e una maggiore soddisfazione del cliente.

Stabilire chiari accordi sul livello di servizio

Gli accordi sul livello di servizio (SLA)  sono un altro elemento delle operazioni MSP che avvantaggia sia gli MSP che i clienti. Avere obiettivi interni chiari e definiti rende più facile per i team e gli analisti comprendere e misurare il successo. Aiutano anche a stabilire le aspettative degli utenti finali per i servizi che fornisci e assicurano che tutti siano sulla stessa pagina.

Gli SLA non sono validi per tutti e possono essere utili punti di riferimento, sia per adattare i servizi alle esigenze specifiche dei clienti sia, se arriva il momento di valutare o rinegoziare i contratti, per dimostrare il tipo, la qualità o la quantità del servizio che offri ai tuoi clienti.

Coltiva una cultura interna proattiva

Sebbene concentrarsi sull’efficienza dei costi e razionalizzare i costi operativi può sembrare una buona strategia sulla carta, farlo può effettivamente avere un impatto negativo sulla qualità del supporto clienti in modi significativi.

Invece, dai la priorità assicurandoti che i tuoi clienti abbiano accesso ai servizi di cui hanno bisogno per svolgere le loro responsabilità e attività quotidiane. Un modo per posizionare il tuo team come partner nella risoluzione dei problemi piuttosto che come tecnici distaccati è dedicare del tempo a comunicare con gli utenti finali su tutto, dal tempo necessario per risolvere richieste simili, ai passaggi successivi che i tuoi tecnici intendono intraprendere .

Fornire un certo grado di trasparenza nelle tue operazioni può aiutare a dissipare parte della mistica del service desk, ridurre al minimo la frustrazione dei clienti e aumentare in modo ambientale la consapevolezza delle altre forme di supporto fornite dai tuoi team. Incoraggiare i tuoi team a essere proattivi quando si presentano opportunità per assistere gli utenti finali invece di aspettare che qualcuno crei un ticket, a condizione che sia in linea con i tuoi SLA, è un altro metodo per dimostrare il valore aggiunto dei tuoi servizi.

Potenzia il tuo team con MSP Manager

SolarWinds ® MSP Manager è un sistema di ticketing IT basato su cloud progettato per dotare i fornitori di servizi di strumenti come servizi di ticketing rapidi e intuitivi, pianificazione, fatturazione precisa e semplice, reporting robusto e potente, gestione della conoscenza personalizzabile e integrazione con SolarWinds RMM e N-central ® . I tuoi team saranno più efficienti e meglio preparati per fornire un servizio superiore in pochissimo tempo.

Registrati per un DEMO della soluzione oppure contattaci per saperne di più: commerciale@n4b.it

FONTE: SolarWinds MSP BLOG

TRADUZIONE ED ADATTAMENTO: N4B SRL Distributore Autorizzato SolarWinds MSP

Read More