NETWORKING – 7 regole di monitoraggio del firewall per gli MSP

La configurazione di un firewall è uno dei primi passi che le organizzazioni intraprendono per stabilire la sicurezza della rete. I firewall aiutano a proteggere i dispositivi e le reti da una serie di minacce alla sicurezza, tra cui, in qualità di provider di servizi gestiti (MSP), l’accesso non autorizzato dall’esterno delle reti dei clienti. I firewall sono anche in grado di informarti di qualsiasi tentativo potenzialmente minaccioso di connessione dall’interno delle reti dei clienti.

Dovresti essere in grado di comunicare efficacemente il loro ruolo ai tuoi clienti, in modo che ne comprendano l’importanza. Questa guida tratterà che cos’è un firewall, come differiscono dalle soluzioni antivirus e quali regole di monitoraggio del firewall dovrebbero implementare il tuo MSP.

Come funziona un firewall?

I firewall sono soluzioni hardware o software che agiscono come un sistema di filtraggio. Un sistema di sicurezza firewall di rete analizzerà i pacchetti di dati che tentano di accedere al computer o alla rete per identificare i vettori di attacco o il codice dannoso. Se un pacchetto di dati viene contrassegnato come un rischio per la sicurezza, il firewall gli impedirà di accedere al computer o di infiltrarsi nella rete.

Esistono numerosi modi per eseguire il monitoraggio del firewall e regolare il traffico di rete. Questi metodi includono:

  • Filtro dei pacchetti: quando un firewall utilizza il filtro dei pacchetti, il monitoraggio dei pacchetti controlla l’accesso alla rete. Il firewall osserverà gli indirizzi IP, i protocolli e le porte di origine e di destinazione, per decidere se inviarli o interromperli a causa di minacce sospette.
  • Server proxy: questo metodo di monitoraggio del firewall è progettato per essere altamente sicuro, anche se presenta alcuni svantaggi. Sono più lenti di altri tipi di firewall e hanno un supporto limitato per le applicazioni. Invece di filtrare, i server proxy fungono da intermediari. Creano un mirror del computer dietro il firewall e impediscono le connessioni tra i pacchetti in entrata e il dispositivo del cliente. Questo aiuta a proteggere la tua rete da cattivi attori.
  • Stateful Inspection: mentre il filtraggio dei pacchetti esamina le intestazioni dei pacchetti, i firewall Stateful Inspection analizzano una serie di elementi del pacchetto di dati, confrontandoli con un database di informazioni affidabili. I pacchetti di dati in arrivo devono corrispondere a informazioni attendibili prima che il firewall conceda loro l’accesso.

La differenza tra firewall e antivirus

Le soluzioni antivirus, d’altra parte, aiutano a proteggere i sistemi dagli attacchi identificando file e virus dannosi. L’antivirus esegue passaggi procedurali per esaminare i programmi dannosi. Rilevano, identificano e rimuovono quando necessario. Indipendentemente da queste differenze, sia il software antivirus che i firewall fanno parte di una strategia di sicurezza informatica più ampia che salvaguarda i sistemi IT.

Best practice per firewall 

Per aiutare il tuo MSP a perfezionare la sua strategia di gestione del firewall , queste sette best practice per il monitoraggio del firewall e il monitoraggio del registro del firewall sono un ottimo punto di partenza:

1. TIENI TRACCIA DELLE MODIFICHE ALLE REGOLE DEL FIREWALL

Questa è una best practice per il monitoraggio del firewall che dovresti adottare all’interno della tua organizzazione, ma è importante incoraggiare anche i clienti ad adottare questa pratica. I firewall non hanno processi di gestione delle modifiche incorporati. Per questo motivo, molti amministratori IT responsabili del monitoraggio e della gestione del firewall non documentano le modifiche alle regole.

Ma quando si verifica una nuova modifica delle regole, può entrare in conflitto con altre regole o processi aziendali, richiedendo al team IT di rivedere tutte le regole correnti in un lungo tentativo di identificare la causa del problema. Quando le modifiche alle regole vengono monitorate in modo appropriato su base regolare, l’identificazione della causa di un conflitto è più rapida e semplice, con un conseguente minore tempo di inattività.

2. MONITORARE, AGGIORNARE E GESTIRE LE REGOLE

Man mano che la tua azienda cresce, probabilmente cambierai i tuoi processi e strumenti di lavoro. Man mano che i tuoi processi si evolvono, anche il tuo approccio alle configurazioni delle regole del firewall dovrebbe adeguarsi. Quando interrompi processi o risorse aziendali, le regole del firewall progettate per supportarli potrebbero rimanere in vigore. Ciò aumenta la probabilità che si verifichino conflitti di regole. Il software di monitoraggio del firewall è il modo migliore per le aziende di verificare la presenza di regole vecchie e obsolete in modo da eliminarle. Come le modifiche alle regole, dovresti anche rendere i tuoi clienti consapevoli del rischio di gonfiare le regole in modo che possano migliorare la propria strategia di monitoraggio del firewall.

3. CONTROLLA IL REGISTRO DEGLI EVENTI DEL FIREWALL

Il monitoraggio dei Log del Firewall richiede periodicamente la verifica dei registri eventi per verificare le modifiche o le anomalie che potrebbero indicare che le impostazioni del firewall sono state modificate. Queste best practices di verifica e monitoraggio possono aiutarti a identificare quali regole vengono attivate più spesso e quali regole di sicurezza non vengono attivate affatto, il che potrebbe essere la causa dell’eliminazione delle regole.

4. COLLABORARE CON L’AZIENDA

Periodicamente, il tuo firewall manager dovrebbe incontrarsi con l’unità aziendale per ricevere aggiornamenti sull’attività e sulle sue operazioni. Con queste informazioni, i gestori del firewall saranno in grado di tenere il passo con modifiche importanti e apportare modifiche alle regole e alle impostazioni secondo necessità. Se l’unità aziendale decide di interrompere un servizio, ad esempio, il gestore del firewall potrebbe dover regolare le impostazioni del firewall per ottimizzare l’efficienza della rete. Si consiglia di tenere riunioni mensili o trimestrali tra il gestore del firewall e l’unità aziendale in modo che tutte le parti possano essere tenute a conoscenza dei cambiamenti rilevanti.

5. BLOCCA IL TRAFFICO PER IMPOSTAZIONE PREDEFINITA

Una best practice comune per il monitoraggio del firewall consiste nel bloccare tutto il traffico in entrata nella rete per impostazione predefinita e consentire solo il traffico specifico verso determinati servizi noti. Questo ti dà il pieno controllo su chi può accedere alla tua rete e aiuta a prevenire il verificarsi di violazioni della sicurezza .

Il firewall è il primo livello di difesa contro le minacce alla sicurezza, quindi è importante limitare la capacità di modificare le configurazioni alle persone del team che lo richiedono. Inoltre, quando un amministratore autorizzato modifica una configurazione, questa deve essere registrata nel registro per dimostrare la conformità e per assistere durante i controlli. Ciò consente inoltre al tuo team di rilevare rapidamente modifiche alla configurazione ingiustificate.

Per fornire vari livelli di accesso granulare al tuo team IT, puoi creare profili utente separati. È inoltre necessario monitorare regolarmente i registri del firewall in modo da poter rilevare e correggere più facilmente eventuali intrusioni non autorizzate.

6. STABILIRE UN PIANO DI MODIFICA DELLA CONFIGURAZIONE

Un firewall non è statico. Sarà necessario aggiornarlo o modificarlo di tanto in tanto per una serie di motivi. Per questo motivo, dovresti stabilire un piano di gestione del cambiamento. Le modifiche alla configurazione non pianificate possono lasciare una scappatoia nella sicurezza e un piano di gestione delle modifiche può aiutare a prevenire che ciò accada.

Un piano di gestione delle modifiche del firewall robusto e sicuro dovrebbe includere:

  • Definizioni delle modifiche richieste e dei loro obiettivi
  • Elenco dei rischi coinvolti, dei loro potenziali impatti sulla rete e una spiegazione del piano di mitigazione
  • Struttura per il flusso di lavoro di gestione del cambiamento tra i team
  • Un audit trail adeguato che tenga conto di chi ha apportato ogni modifica, perché è stata apportata ogni modifica e quando è stata apportata ogni modifica

7. APPROFITTA DEGLI STRUMENTI DI MONITORAGGIO DEL FIREWALL

Sebbene le migliori pratiche di monitoraggio del firewall menzionate sopra possano essere tutte tecnicamente implementate manualmente, la sicurezza del firewall di rete è al suo meglio quando si utilizza il software di monitoraggio del firewall giusto. Con così tanti elementi di cui tenere traccia, il software di monitoraggio del firewall può aiutarti a monitorare in modo proattivo l’efficacia del tuo firewall in modo da poterlo regolare quando necessario.

Questi strumenti ti consentono di tenere traccia delle configurazioni delle regole correnti, dei registri degli eventi e degli avvisi, offrendoti una visione e un controllo più completi sul tuo firewall. Senza uno strumento di monitoraggio del firewall, può essere difficile prendere decisioni informate sulle configurazioni delle regole del firewall. Ciò è particolarmente importante quando si tratta di identificare regole firewall obsolete che devono essere rimosse per evitare il blocco del firewall.

SOFTWARE DI MONITORAGGIO DEL FIREWALL REALIZZATO PER GLI MSP

Se stai cercando un software di monitoraggio firewall che ti consenta di essere subito operativo, SolarWinds ® Remote Monitoring and Management (RMM) è la soluzione perfetta per te. Questo strumento all-in-one offre agli MSP in crescita ciò di cui hanno bisogno per stabilire una strategia di sicurezza solida e completa. RMM ti aiuta a proteggere, mantenere e migliorare i sistemi IT dei tuoi clienti e a gestire con facilità sia firewall che antivirus. Inoltre, ti dà accesso ad un accesso remoto veloce e sicuro, modelli di monitoraggio pronti all’uso, gestione delle patch, protezione web, intelligence sui rischi di violazione dei dati e ripristino dei backup, tutto in un unico dashboard centralizzato.

Se hai una base di clienti molto diversificata e stai cercando modi per offrire potenti capacità di personalizzazione, SolarWinds N-central ® è probabilmente la soluzione migliore per te. La potente automazione del software N-central consente di integrare, configurare e applicare patch a centinaia di dispositivi con un flusso di lavoro basato su regole, consentendo ai tecnici di concentrarsi sulle attività più difficili che richiedono la loro attenzione. Utilizza una tecnologia di sicurezza avanzata per aiutarti a proteggere i tuoi clienti, risolvere rapidamente i problemi con una solida offerta di supporto remoto e riparare da sé per migliorare significativamente il tempo di attività dei clienti.

Sia RMM che N-central sono stati progettati pensando agli MSP e offrono funzionalità di monitoraggio del firewall sofisticate e di facile utilizzo per i clienti. Per saperne di più, richiedi una demo gratuita di N-central qui o registrati per una prova gratuita di 30 giorni di RMM qui .

FONTE: Solarwinds MSP BLOG

Traduzione ed adattamento: N4B SRL – Distributore Autorizzato SolarWinds MSP

Read More

LOG MANAGEMENT – Legal Logger: la soluzione per il Log Management compliance al GDPR made in Italy

Legal Logger è una soluzione made in Italy, che si serve di machine learning per effettuare il discovery e l’inventario della rete aziendale, il monitoraggio degli accessi ai sistemi file e cartelle tramite l’analisi intelligente delle anomalie, garantendo sicurezza e protezione dei dati personali e quindi l’adeguamento al GDPR.

Tramite l’individuazione di potenziali data breach, la soluzione invia alert email agli amministratori di sistema e agli IT manager consentendogli di agire tempestivamente per risolvere e ridurre al minimo gli effetti della violazione.

Legal Logger si rivolge a tutti i tipi di organizzazione, grande azienda o PMI, che abbia la necessità di garantire la protezione e la sicurezza dei dati personali vedendo garantita la compliance al GDPR.

In base al nuovo GDPR una soluzione di Log Management diventa uno strumento fondamentale per il titolare del trattamento per assicurare in maniera permanente l’integrità, la disponibilità, la riservatezza e la resilienza dei sistemi e dei servizi riferiti al trattamento dei dati . Legal Logger garantisce una valenza legale in ottica GDPR del Log raccolto applicando una marca temporale (Infocamere) sullo stesso per certificare al data certa dell’evento.

 

LEGAL LOGGER – LE FUNZIONI DI ACCOUNTING ED INVENTORY

La soluzione si compone di due funzionalità principali, che agiscono in ottica GDPR:

  • la parte di Accounting che si occupa di analizzare gli accessi ai dati personali, fornendo la corretta trasparenza su ogni operazione.
  • La funzione di Inventory aiuta a mantenere una visione globale della della rete aziendale

Analizziamo i dettagli:

  • Legal Logger Accounting: registra i log degli eventi di sistema e monitora gli accessi ai dati personali tramite l’installazione di un agente sulle macchine e sugli apparati da monitorare. In questo modo, i consulenti e i Data Protection Officer (DPO) possono perfezionare la fase di audit GDPR (ispezione sistematica, documentata e indipendente) e garantire la tracciabilità delle operazioni svolte dai vari utenti presenti nel network;
  • Legal Logger Inventoryun network scan software per eseguire l’inventario e l’audit della rete e analizzare dispositivi hardware, applicativi, database e policy che regolamentano la sicurezza informatica e la protezione dei dati personali secondo il GDPR. Funziona senza la necessità di installare agenti o software di terze parti ed è compatibile con sistemi Ms Windows, Unix, Linux, BSD, Apple e Android.

L’importanza di scegliere il partner e gli strumenti adeguati per garantire alle Aziende e alla P.A. la sicurezza IT, la Business Continuity e la compliance al GDPR.

Contattaci se vuoi saperne di più.

N4B SRL – – 0522-1607412

Distributore: Solarwinds MSP – Legal Logger – Swascan – LeadBI – Privacylab

Partner: Privacylab Academy

 

Read More