Passare dai server Exchange ospitati a Microsoft® 365® libera i fornitori di servizi IT dalle seccature della gestione dei server delle applicazioni e riduce drasticamente le preoccupazioni sui tempi di inattività del sistema. Microsoft investe fortemente nel garantire la disponibilità e l’affidabilità del servizio, il che semplifica la vita ai gestori di servizi gestiti (MSP). Tuttavia, non assolve i fornitori di servizi (o professionisti IT interni) da tutte le responsabilità in materia di protezione dei dati di Exchange.

In questo contributo esploreremo i sette principali motivi per cui è necessario eseguire il backup dei dati di Microsoft 365.

  • Cancellazione accidentale dei dati

Gli esseri umani causano errori che a volte si traducono in eliminazioni involontarie di e-mail. Che si tratti di un comando PowerShell errato o di un utente finale che preme “elimina” anziché “salva”, si verificano le eliminazioni. Se hai scelto il livello di abbonamento E1 di Microsoft 365, la conservazione dei dati del cestino predefinita è impostata su 14 giorni. Un amministratore può cambiarlo in 30 giorni, ma se qualcosa viene accidentalmente cancellato e non scoperto immediatamente, può essere perso o cancellato e diventare irrecuperabile.

Avere la propria soluzione di backup può aiutare a impedire che una cancellazione accidentale diventi permanente.

  • Lacune di conservazione

Microsoft conserva i dati di posta elettronica per un account utente fintanto che rimane attivo o è stato condiviso con un altro utente attivo. È improbabile che la maggior parte delle aziende voglia continuare a pagare una quota di abbonamento mensile per i dipendenti che potrebbero aver lasciato l’azienda. Una soluzione di backup di terze parti può garantire che i dati di Exchange siano ancora disponibili, ricercabili e recuperabili, anche se un dipendente lascia l’azienda e la sua sottoscrizione è disattivata.

Sebbene Microsoft consigli di condividere le cassette postali prima di eliminare l’account di un utente, basarsi esclusivamente su questo può renderti vulnerabile a errori umani o comunicazioni errate, con conseguenti potenziali violazioni dei criteri di conservazione dei dati.

SolarWinds® Backup conserva i dati di Exchange per un massimo di sette anni, eliminando la necessità di tenere conti attivi per ex dipendenti e contribuendo a colmare il potenziale gap legato alle regole di conservazione.

  • Minacce interne

Mentre tutti vorremmo credere che ognuno abbia le migliori intenzioni, è sempre possibile che un dipendente scontento o disonesto possa essere al lavoro. Se qualcuno elimina maliziosamente i dati e quindi attende silenziosamente che scada il tempo del cestino, rimarrai in difficoltà. Microsoft 365 non ha modo di sapere se una cancellazione è stata intenzionale, accidentale o dannosa. Una volta svuotato il cestino, non è possibile fare ricorso per recuperare i dati. Se si utilizza il livello di abbonamento E1, la sola soluzione è conservare un backup.

  • Minacce esterne

Ogni mese leggiamo sempre più titoli su malware, virus e attacchi hackers. Quasi i due terzi delle vittime di cyberbreach sono piccole o medie imprese . Non è più davvero una questione SE i tuoi clienti saranno colpiti, ma QUANDO. Ed è altrettanto certo che ti chiameranno per chiedere aiuto. Se un virus ha causato l’eliminazione dei dati e il cestino è stato svuotato, l’unico modo per salvare la giornata è il ripristino da un backup esterno di terze parti.

  • Requisiti legali e di conformità

È difficile prevedere quando le questioni legali possono richiedere l’avvio di un’azione legale sulla presenza o sulla conservazione dei dati.  I requisiti normativi specifici del settore possono essere rigorosi, ma almeno sono in qualche modo più prevedibili. In entrambi gli scenari, è necessario eseguire l’upgrade alle versioni Enterprise E3 o ES per ottenere la protezione dei dati per i blocchi di contenzioso da Microsoft. Se hai scelto di utilizzare l’edizione E1 più economica, dovrai ricorrere a una soluzione di backup di terze parti per aiutarti.

  • Controllo sull’esperienza dei vostri clienti

Su chi preferireste che i vostri clienti facciano affidamento nell’ora del bisogno, Microsoft o voi? Se il ripristino dipende dall’archiviazione di un ticket di supporto Microsoft e dall’attesa, non si ha più il controllo della situazione e la capacità di soddisfare le esigenze dei clienti potrebbe essere compromessa. Tuttavia, se si dispone della propria soluzione di backup, si ha il controllo.

  • Costi

Esistono diversi motivi per cui i clienti possono scegliere le versioni E3 o ES più costose di Microsoft 365, come le applicazioni incluse. Ma se i budget sono limitati e la posta elettronica basata su cloud è tutto ciò di cui hanno bisogno, la combinazione di un abbonamento E1 e una soluzione di backup esterna che fornite Voi può essere una potente alternativa per fare risparmiare denaro al cliente, maggiore marginalità a Voi garantendo la massima sicurezza.

Se sei pronto a ridurre il rischio di eseguire Microsoft 365 senza backup, prova SolarWinds Backup , Solarwinds Backup O365 e Mail Assure.

Scopri il progetto MSP365, CONTATTA N4B SRL – commerciale@n4b.it

Carrie Reber è senior marketing manager del prodotto per SolarWinds MSP.

FONTE: Solarwinds MSP BLOG – Traduzione N4B SRL – Distributore Autorizzato Solarwinds MSP