Se eseguire backup di server virtuali a livello di guest (VM) o host ( hypervisor ) è una di quelle questioni tecnologiche filosofiche che ha implicazioni in termini di consumo di risorse, affidabilità e, soprattutto, livelli di servizio al cliente.

Sebbene molti credano che il livello di host sia il modo migliore o meno costoso per procedere, un approccio a livello di ospite presenta vantaggi significativi, soprattutto per gli MSP. Prima di decidere, considera questi problemi.

Cosa stai veramente proteggendo?

L’hypervisor effettivo non necessita di backup. È facilmente reinstallabile. Le cose importanti di cui hai veramente bisogno per ripristinare sono i server virtuali e le applicazioni e i dati su quei server. Sebbene sia facile configurare il backup a livello di host, quando è necessario ripristinare una singola Virtual Machine o una singola cartella all’interno di una VM, perché non saltare l’hypervisor e lavorare direttamente con il server in questione?

L’efficienza delle risorse

Il backup a livello di host/hypervisor presenta svantaggi simili al backup a livello di immagine . Afferra tutto in un colpo solo, comprese alcune cose che non ti servono. Nel tempo, ciò ha implicazioni reali per la quantità di archiviazione dei dati richiesta, nonché per la frequenza di backup che puoi offrire. Quando i costi di archiviazione diventano insostenibili, sarai costretto a scegliere: meno backup ogni giorno o minore conservazione dei dati.

Un approccio più granulare a livello di guest significa che i singoli backup possono essere più piccoli e più veloci. Con meno spazio di archiviazione, è possibile fornire un livello di servizio migliore eseguendo il backup più frequentemente e mantenendo i punti di ripristino più a lungo.

Non preferiresti offrire un livello di servizio migliore utilizzando lo storage e la capacità di rete che già possiedi?

Evita un singolo punto di errore

Uno degli svantaggi del backup basato sull’appliance è la possibilità che l’appliance diventi un singolo punto di errore. Se l’appliance funge da aggregatore dei backup dei dispositivi prima di inviarli fuori sede , un errore hardware o i limiti di capacità possono arrestare tutti i backup. Il backup a livello di hypervisor ha il potenziale per un problema simile.

Il backup a livello di VM guest consente al backup di ogni server di essere eseguito indipendentemente dagli altri. Un problema con uno non diventa immediatamente un problema per tutti, poiché le tue “uova” di riserva non sono tutte nello stesso “cestino” proverbiale.

L’infrastruttura continua a cambiare

Non sorprende nessuno nell’IT che le basi tecniche delle nostre applicazioni e dei nostri server continuino a cambiare. I server sono fisici e virtuali; possono essere eseguiti in locale e nel cloud. Le opzioni di infrastruttura come servizio stanno diventando sempre più popolari. È improbabile che il livello dell’infrastruttura smetta di cambiare presto, quindi perché collegare i processi di backup e ripristino a un hypervisor?

Ad esempio, se i tuoi server vengono eseguiti in Azure, non avrai accesso all’hypervisor, quindi il livello guest è l’unica opzione.

Gestendo i processi di backup più vicini ai dati che necessitano di protezione, è probabile che la soluzione abbia una maggiore longevità poiché la posizione e le fondamenta di quei server continuano ad evolversi.

Un processo di backup diretto da dispositivo a cloud consente di mantenere un controllo costante sulla protezione, conservazione e recuperabilità dei dati, indipendentemente da dove si trovano i server o dal formato.

Efficienza del tempo del personale

Se viene eseguito il backup dei server fisici e virtuali nello stesso modo, i backup possono essere gestiti in modo coerente tra tutti i clienti e tutti i loro server. La standardizzazione del processo aiuta a ridurre la possibilità di errore umano e in genere fa un uso più efficiente del tempo del team.

Questa coerenza del processo è ancora più importante al momento del recupero. Un metodo coerente per eseguire il ripristino a livello di file o dell’intero sistema consente ai tecnici di agire rapidamente, senza dover aggiornare la memoria su un metodo di ripristino che potrebbero vedere meno spesso.

Eccezioni a ogni regola

Sebbene i punti precedenti siano a favore dei backup a livello di ospite, ci sono situazioni in cui ciò semplicemente non è possibile. Alcuni sistemi operativi insoliti o opzioni firewall rigorose potrebbero bloccare l’accesso alle VM guest a scopo di backup e, in questi casi, il livello di host potrebbe essere la scelta migliore (e unica).

Prima di decidere che i backup a livello di hypervisor sono giusti per te, pensaci bene e fai una scelta informata. Potresti scoprire che il livello di ospite è la tua migliore opzione.

Se desideri provare SolarWinds Backup prima di impegnarti, scarica oggi stesso la versione di prova gratuita di 30 giorni.

FONTE: SolarWinds MSP BLOG – di Carrie Reber: senior product manager per SolarWinds MSP

Traduzione ed adattamento: N4B SRL – Distributore Autorizzato Solarwinds MSP