Nell’ultimo anno NetPath è stato messo alla prova da molti dei nostri clienti che hanno beneficiato dei suoi numerosi miglioramenti.

In questo blog, approfondiremo le cinque principali domande comuni che abbiamo sentito su NetPath.

1. Perché dovrei usare NetPath? Perché non eseguire il ping o traceroute?

Per molti di noi, come i tecnici di rete, PING ( P Acket I nter N et G Roper) e traceroute (o tracert) sono stati i nostri strumenti di risoluzione dei problemi di rete più affidabili. Hanno funzionato bene nella risoluzione dei problemi di connettività, ma hanno i loro limiti.

Sia Ping che traceroute forniscono lo stato della rete tra due endpoint in un dato istante . Anche quando li esegui continuamente, non possono fornire informazioni direzionali; non possono rispondere a domande del tipo: “Il valore della latenza è abbastanza buono da consentire alle mie applicazioni di mantenere la connettività?” o “Se è male, quanto è male?” Ad esempio, proprio mentre stavo scrivendo questa frase, ho eseguito un rapido test ping dal mio laptop a CNN.com. Il risultato è allegato nell’immagine seguente.

Ecco alcune osservazioni interessanti:

  1. La latenza di rete non è costante: la latenza in questo esempio varia tra 11ms e 75ms.
  2. Ci sono anche alcuni drop di pacchetti (i pacchetti # 6 e # 14 sono stati rilasciati da qualche parte lungo il percorso)
  3. Ancora più importante, l’ultimo output del ping dice che ci sono voluti 75ms perché il pacchetto di richieste ICMP raggiungesse la destinazione e il pacchetto di risposta per tornare indietro.

Le domande rimangono ancora: una latenza di 75 ms è abbastanza buona? Qualche latenza più elevata, diciamo 500ms, è abbastanza buona? È un problema che devo risolvere? La risposta è, dipende. Rispetto a tutti gli altri pacchetti inviati, l’ultimo pacchetto ha impiegato sei volte di più per raggiungere la destinazione [FYI: Latenza di 75 ms va bene per la maggior parte delle applicazioni Internet, incluso voce / video]. 

Ping e traceroute mancano delle seguenti importanti funzionalità necessarie per la risoluzione dei problemi:

  • La capacità di identificare dinamicamente quali valori di latenza sono buoni e quali no
  • Per questo percorso specifico, quali sono i valori della latenza (avviso su soglie specifiche)
  • La possibilità di avvisare l’utente quando viene violata la soglia dinamica per latenza / RTT

Per questi e altri motivi, NetPath è uno strumento molto potente e un must in ogni toolkit di MSP per semplificare la gestione della rete e la risoluzione dei problemi.

2. Come posso monitorare un percorso per la connettività e avvisare quando si verificano problemi?

Questo è il caso d’uso più comune per NetPath. NetPath tiene traccia e memorizza due importanti metriche: latenza e perdita di pacchetti. Come puoi vedere dall’immagine qui a sinistra, sono mostrati tre valori di latenza: latenza minima, media e massima.

Utilizzando questi tre valori, il tecnico può facilmente capire quanto segue:

  • Il valore minimo è la latenza più bassa / migliore (5ms da questa immagine) misurata da NetPath durante l’intervallo di monitoraggio. Il valore potrebbe essere poiché NetPath è stato configurato OPPURE negli ultimi 30 giorni, a seconda di quale sia il valore più piccolo.
  • Il valore massimo indica la latenza massima / peggiore (18 ms da questa immagine) misurata da NetPath durante l’intervallo di monitoraggio.
  • Valore medio, come si dice è il valore medio di latenza (10 ms da questa immagine)
  • Quanto è stata buona / cattiva la latenza osservando l’intervallo (dal valore minimo al massimo); ora il tecnico può farsi un’idea della qualità di quel segmento / percorso di rete

 

 

La perdita di pacchetti è indicata in percentuale. A seconda dei tipi di connessione (sessioni TCP vs UDP best effort), una perdita di pacchetti bassi può essere tollerabile. Entrambe queste importanti metriche forniscono i dati richiesti per risolvere il problema stesso o per parlare con l’ISP.

Ci sono alcune altre informazioni interessanti che possono essere raccolte dalla grafica. In NetPath, passando il mouse su uno dei collegamenti (linee) si attiva una finestra popup che mostra la metrica della probabilità di transito. Questo indica la percentuale del traffico che ha attraversato quel collegamento. Qualsiasi valore inferiore al 100% implica che c’erano altri percorsi attraverso i quali scorreva il traffico. In combinazione con la perdita di pacchetti e la latenza, il tecnico ottiene un quadro più completo della salute di quel segmento di rete.

La parte inferiore della finestra di NetPath mostra l’istogramma di latenza e perdita di pacchetti nel tempo. È possibile comprendere visivamente il comportamento di questi KPI nel tempo e aiutare a prendere decisioni migliori. NetPath è veramente l’ECG per la tua rete.

Conclusione: NetPath consente di risparmiare tempo e denaro monitorando attivamente le risorse importanti e abbreviando i tempi di risoluzione dei problemi.

3. Come posso verificare se il Wi-Fi è responsabile del rallentamento dei tempi di risposta dell’applicazione?

Abbiamo ascoltato così tante volte il ritornello: “La rete è molto lenta oggi”. In realtà, questa “lentezza” può essere dovuta a molteplici ragioni: il dispositivo dell’utente finale, la rete (connettività, latenza, perdita di pacchetti) o l’applicazione stessa. Ad ogni modo, è sempre la rete a essere incolpata. In un certo senso, la rete è colpevole fino a prova contraria. Quindi, come MSP devi dimostrare l’innocenza o la complicità della rete.

Con BYOD e Wi-Fi come connettività di primo passaggio che diventa onnipresente, la necessità di identificare, isolare e risolvere i problemi di larghezza di banda Wi-Fi diventa fondamentale. NetPath può aiutare a capire se il dispositivo Wi-Fi (AP, WLC) è responsabile della rete lenta di cui si è lamentato il cliente. Con NetPath puoi comprendere la latenza in base al hop. Quindi risolvere questo problema è molto semplice: passa il mouse sul link corrispondente per ottenere la metrica di latenza. Oppure, fai clic sul collegamento o sul fumetto per visualizzare l’istogramma di latenza e perdita di pacchetti. È così facile

4. Come posso controllare le prestazioni dei percorsi dual-homed: Internet vs MPLS / Linea affittata?

A seconda delle dimensioni della rete del cliente e delle esigenze aziendali, alcuni potrebbero optare per una WAN privata dedicata utilizzando MPLS o linee affittate. Queste WAN private, in particolare quelle basate sui circuiti MPLS, sono molto costose e costano centinaia di dollari per megabit al mese. Mentre questi prezzi si riducono man mano che le connessioni Internet diventano più economiche e affidabili, è ancora necessario che gli MSP valutino la necessità di circuiti così costosi e alla fine ne giustificino la rimozione. NetPath ti aiuta a fornire tale giustificazione.

L’uso di NetPath consente di analizzare un percorso nel suo insieme o come singoli hop e dispositivi. Per analizzare un intero percorso, il pannello della cronologia nella parte inferiore della finestra di NetPath (vedi sotto) fornisce tutti i dati necessari per prendere la decisione.

Ad esempio, puoi vedere come si è comportato il percorso da una prospettiva di latenza e perdita di pacchetti a livello granulare (intervallo di sondaggio da 5 minuti a 1.440 minuti). È possibile analizzare non solo per l’ultima ora o le ultime 24 ore, ma per un intero periodo di 30 giorni. Grazie a questi dati, puoi comprendere l’affidabilità dei percorsi critici e prendere le giuste decisioni.

5. Come posso controllare le prestazioni di un bilanciamento del carico nella mia rete / centro dati?

Creando un percorso di rete che attraversa un bilanciamento del carico (LB), è possibile comprenderne il comportamento. Passando il mouse sopra i collegamenti multipli provenienti dall’LB e osservando la metrica del rischio di transito, è possibile comprendere rapidamente le prestazioni e perfezionarle, se necessario.

 

Queste erano solo le prime cinque domande che abbiamo sentito dai nostri clienti. NetPath è uno strumento di monitoraggio del percorso di rete altamente flessibile in grado di gestire un’ampia gamma di casi d’uso di monitoraggio del percorso di rete; in caso di domande specifiche, i nostri tecnici addetti alle vendite possono aiutarvi a configurare NetPath per supportare le vostre esigenze.

Scopri le funzionalità di Solarwinds Netpath (clicca qui)

FONTE: Solarwinds MSP BLOG – BY Vittal Krishnamurthy

Traduzione N4B SRL – Distributore Autorizzato Solarwinds MSP